Diego Rivera & Frida Khalo: arte, amore, attivismo

0
27

Amanti, attivisti, artisti. Diego Rivera e Frida Kahlo furono “complici” a tutto tondo. Le loro figure, intrecciate l’un l’altra dal 1922, rappresentarono l’ispirazione da seguire per una generazione di cambiamenti del Messico moderno. Le vite di Diego e Frida viaggiarono infatti all’unisono con i fatti politici salienti del paese, trasformandolo profondamente (e culturalmente) proprio come riuscì a fare la Rivoluzione.

Da oggi, come commemorazione del primo centenario della nascita di Frida Kahlo e del cinquantesimo anniversario della morte di Diego Rivera, il Ministero degli Affari Esteri Messicano (in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Belle Arti e Letteratura) presenta una mostra dedicata ai due grandissimi pittori messicani chiamata “Complicità”, in scena all’Istituto Cervantes di piazza Navona fino al 10 marzo.

L’esposizione si compone di una serie di trentacinque fotografie in bianco e nero che ritraggono momenti salienti dell’esistenza condivisa della coppia, concentrandosi in particolare su alcuni episodi cruciali dell’epoca cui i due presero parte in prima persona.

Gli artisti si conobbero quando Magdalena Carmen Frida Kahlo aveva appena quindici anni e Diego María de la Concepción Juan Nepomuceno Estanislao de la Rivera y Barrientos Acosta y Rodríguez trentasei. Frida portò i suoi dipinti a Diego, celebre e rispettato pittore murale, per avere una sua critica. Questi rimase colpito dallo stile moderno della giovane al punto da trarla sotto la sua ala protettiva, inserendola nella scena politica e culturale messicana. E’ da quel momento che i due controversi personaggi iniziarono a scambiarsi le prime “complicità”, anche se fu solo nel 1929 che la loro relazione divenne ufficiale con il matrimonio.

Insieme condivisero nel bene e nel male tutto: un’agitata vita privata (piena di tradimenti da parte di lui), una profonda vocazione artistica, saldi ideali politici e interessi di rinnovamento del mondo. E poi quello spirito naif di ribellione nei confronti dell’ordine stabilito delle cose – unitamente a un profondo amore per tutto ciò che era messicano – che li fece diventare (specie Frida Kahlo) icone nazionali senza tempo.

cinque