Sanremo, croce per Crozza e delizia per Fazio

0
90

E anche la 63esima edizione del festival di Sanremo è archiviata. Già prima che iniziasse, le critiche erano accese sulla scelta dei big: ritenuti big da classifica ma non da Sanremo, senza aver dato tempo ai cantanti di esprimersi.

Un Festival definito diverso dal solito, che sicuramente ha dissacrato tante liturgie a partire da quella del conduttore e la valletta. Prima di quest'anno infatti ogni festival che si rispettasse doveva avere come minimo due vallette per conduttore e io mi son sempre chiesta: ma l'uomo in mezzo a due dame non fa la figura del salame? Mah, evidentemente no.

Quest'anno invece ci sono stati due conduttori (o una comica e la sua spalla o un conduttore ed una comica): maschio e femmina allo stesso livello, con lo stesso ruolo! Evviva! Questo si che è un bel traguardo visto che siamo giunti alla 63esima edizione ed è il 2013! Curioso anche il modo di affrontare il festival.

Fazio di una serenità senza eguali come se fosse stato nel salotto di casa sua a presentare i cantanti alla zia e allo zio seduti sul divano, punzecchiandosi di quando in quando con la moglie, in questo caso la Littizzetto. E visti gli eccezionali ascolti, questa formula ricca di alchimia ha funzionato! In platea e a casa si sono divertiti, gli ascolti lo confermano.

L'unica nota un po' stonata è stata quell'attimo di adrenalina che ha coinvolto suo malgrado il pur buon Crozza: si poteva immaginare che avrebbe fatto satira politica, insomma non inviti Crozza a parlare del ripieno degli agnolotti, ma quello è un palco che non perdona, non è come a teatro che la gente paga per ascoltarti, lì pagano per vedere il Festival e non è neppure come in tv a Ballaró dove non c'è diritto di replica. No, il palco dell'Ariston è severo e bastona e a volte bisogna saper superare anche i momenti più difficili, quelli in cui la gente "avvelenata" come dice Fazio, non ce la fa più della politica e ti fischia.

Peccato che Crozza sia riuscito a superare questa dura prova solo grazie all'aiuto di Fazio. Non vorrei esser stata al suo posto. 

Elisa Isoardi

È SUCCESSO OGGI...

La storia e il cibo che fanno cultura, il weekend 22-24 settembre ai Castelli

Prosegue il ciclo "Viaggio nel tempo ai Castelli Romani" nelle biblioteche e in altre location del territorio, con eventi di riscoperta della storia locale programmati fino alla fine di ottobre. In questo weekend: venerdì...

Regione Lazio, 3 milioni a Lazio Ambiente per pagare gli stipendi

“L’Amministrazione regionale sta predisponendo la delibera, che andrà in Giunta martedì, che prevede un anticipo di cassa alla società Lazio Ambiente pari a 3 milioni di euro. Le risorse consentiranno di far fronte alla...

Atac, azienda garantisce funzionamento tornelli e Meb in metro

Atac garantirà tutti i servizi nelle stazioni metro, dalla manutenzione dei tornelli a quella delle emettitrici dei biglietti. L'azienda infatti è in costante contatto con i fornitori per individuare le soluzioni più efficaci per...

Pusher da “spiaggia” in manette: ecco cosa avevano inventato per vendere la droga

Un’indagine durata qualche settimana ha portato all’arresto, nel giro di 48 ore, di due spacciatori e alla denuncia di una terza persona ad opera della Polizia di Stato. Gli investigatori del commissariato Primavalle, nella zona...

Roma, acciuffano il rapinatore localizzando lo smartphone

Ha scippato una ragazza in via Urbano II, impossessandosi della borsa e fuggendo a bordo di uno scooter. La giovane, nel tentativo di resistere, è stata trascinata in terra, riportando varie contusioni ed abrasioni, fortunatamente...