Fla-Co-Men, dalla Spagna all’Auditorium di Roma: scoppia la febbre del Flamenco

0
54
Pensate che la danza sia roba da femminucce? Andate a dirlo alle donne con gli ormoni in subbuglio davanti a tacchi e nacchere di Antonio Gades e Joaquin Cortes. Sensuale e popolare, il Flamenco approda oggi all’Auditorium Parco della Musica di Roma col “bailaor” sivigliano Israel Galván.
Il danzatore e coreografo, classe ‘73, tra i maggiori interpreti della nuova scena iberica, aprirà stasera alla Sala Petrassi il festivalFlamenco!”, in programma dal 10 al 13 ottobre, portando sul palco “FLA-CO-MEN”, uno spettacolo che fonde tradizione e innovazione, mescolando diverse suggestioni, dal malinconico taranto che rimanda alla tarantella, ai tangos che seguono la strada del rebetico, fino ai verdiales che riecheggiano Antony and the Johnsons. Del resto, nel Flamenco, diceva il suo vecchio maestro Enrique Morente, bisogna “tradurre” la “tradizione” ed essere coscienti del “tradimento” che è sempre implicito in tale operazione.
Accompagnato dal cantaor Tomás de Perrate, dalla violinista Eloisa Cantón e dal duo Proyecto Lorca, Israel Galván giocherà con gli elementi classici del Flamenco mettendo la musica al centro di una narrazione fatta di movimenti, sguardi e ritmo.

Location: Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma
Orario: ore 21
Data: martedì 24 settembre 2013
Prezzo: 30 euro
Indirizzo: viale Pietro de Coubertin, 30, Roma