Cibo e innovazione: alle Officine Farneto “This is food”

"Pop cuisine" di qualita', piccole start up del cibo che legano il linguaggio dei sapori con quello della cultura, del design e della comunicazione

0
212

“Pop cuisine” di qualita’, piccole start up del cibo che legano il linguaggio dei sapori con quello della cultura, del design e della comunicazione. E’ “This is food”. Il progetto dedicato alla nuova food culture metropolitana torna dal 29 al 31 maggio a Officine Farneto, realizzato con Snob Production, per conoscere nuove realta’ della scena gastronomica. A presentare l’appuntamento di quest’anno Claudio Compagnucci di Officine Farneto, il vicesindaco di Roma, Luigi Nieri, e l’assessore alla Roma produttiva, Marta Leonori.

IL PATROCINIO – “This is food”, evento patrocinato dal Comune di Roma, dove ciascuna realta’ partecipante ricrea il proprio progetto ristorativo all’interno di uno spazio alle “Officine Farneto” allestendolo con arredamenti, istallazioni, stampe. Diverse le realta’ innovative tra cui “Le Levain”, boulangerie trasteverina che fa del lievito madre una vera e propria scuola di pensiero, “Magazzino 33” con cui sperimentare un menu’ in stile tas. E ancora “Bonci” con il suo progetto Pizzarium o “Mariolina”, la “ravioleria di qualita’”. “Frigo” e’ il nuovo food truck dedicato al gelato artigianale e presentato per la prima volta a “This is food”. “Pastella”, invece, e’ il nuovo regno del fritto gourmet e “All Bo One” e la sua polpetta bio. Ma anche “Porto Fluviale” che portera’ i suoi “cicchetti”. Novita’ di questa edizione “Container”, il contest nato con l’obiettivo di coinvolgere gli aspiranti nuovi protagonisti della scena gastronomica per realizzare un “pop up restaurant” durante la manifestazione per testare l’efficacia del progetto di fronte a fooders, giornalisti e blogger.

È SUCCESSO OGGI...