Rock per un bambino al PalaCesaroni di Genzano

Tanti artisti al concerto del 20 maggio per raccogliere fondi da destinare al reparto di Neonatologia Medica e Chirurgica dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma

0
579
Rock per un bambino
Rock per un bambino

Anna Tatangelo, Gabriele Cirilli, Tiromancino, Antonio Giuliani, Massimo Di Cataldo, Alessando Serra, Los Locos, Carmine Faraco, BMI, Manuela Villa, I Sequestrattori, Mauro Ingafù, Fabrizio Gaetani e Alessandro Mancuso sono solo alcuni degli artisti che sabato 20 maggio a partire dalle 20 si esibiranno sul palco del Palacesaroni di Genzano nella nona edizione di Rock per un bambino. L’incasso dell’evento, ideato e organizzato da Luca Guadagnini, verrà interamente devoluto al reparto di  Neonatologia Medica e Chirurgica dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma.

Guadagnini, infatti, ha perso sua figlia Aurora nel 2009. La piccola, nata due anni prima, era affetta da un neuroblastoma infantile e per questo più volte ricoverata in ospedale. Nei lunghi mesi passati in corsia, Luca si è reso conto in prima persona della necessità di un numero maggiore di attrezzature disponibili per dare le cure adeguate ai bambini ricoverati. E per questo ha voluto dedicarsi con tutto se stesso (e l’aiuto della sua band) all’organizzazione di questa manifestazione che ogni anno conta una media di quattromila presenze.

Ad oggi, la cifra complessiva devoluta in beneficenza alla struttura supera i 135.000 euro, tutti documentati. «La solidarietà non deve essere solo affettiva, ma anche operativa e propositiva!» è il motto di questo genitore che non sapeva di essere così determinato fino a quando la vita non lo ha messo duramente alla prova. In occasione di Rock per un bambino Luca, già frontman della band Vernice, presenterà al pubblico la sua nuova canzone, Il mondo in un sorriso, che è la sigla di questa nona edizione dell’evento.

È una canzone solare, apparentemente scanzonata ma con un messaggio profondo. Un sorriso come arma per affrontare ogni male, come forma di comunicazione tra tutte le culture del mondo, come invito alla solidarietà e condivisione. Una melodia allegra e fresca per ricordare che a volte basta poco per cambiare il colore di una giornata.

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...