È morto Claudio Abbado: l’addio di Ignazio Marino

0
45

“Con Claudio Abbado se ne va uno dei più incredibili esponenti della cultura italiana. Con il suo talento indiscusso ha guidato le orchestre degli stabili più prestigiosi da Milano a Londra, da Berlino a Vienna ed è stato il massimo interprete in Italia e all’estero della tradizione e della musica classica”. Così, in una nota, il sindaco di Roma Ignazio Marino ha detto addio a Claudio Abbado, uno tra i più importanti direttori d’orchestra al mondo, scomparso questa mattina, lunedì 20 gennaio, dopo una lunga malattia.

Nato a Milano 80 anni fa, Abbado era stato direttore musicale della Scala, della Staatsoper di Vienna e direttore artistico dell’Orchestra Filarmonica di Berlino. Lo scorso 30 agosto era stato, inoltre, nominato senatore a vita e aveva deciso di devolvere quello stipendio alla scuola di Musica di Fiesole a sostegno di borse di studio.

“La sua attenzione per la valorizzazione dei giovani talenti  – ha concluso Marino – è un’eredità che dobbiamo coltivare. Non possiamo che ringraziarlo per quanto ci ha saputo regalare in tanti anni di carriera”.

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SUI PRINCIPALI EVENTI DI ROMA DIRETTAMENTE NELLA TUA EMAIL

[wpmlsubscribe list=”27″]