Van Gogh va a teatro: vita di un genio al Millelire di Roma (FOTO)

0
68
 

Cos'hanno in comune persone come Charles Bukowski, Maradona, Jim Morrison o James Dean? Il genio, sicuramente. E, probabilmente, anche una buona dose di sregolatezza. Si tratta di artisti un po' folli, legati dalla straordinaria capacità di pensare fuori dagli schemi. E di crearne di nuovi.

Questa sera, al teatro Millelire di Roma, si cercherà di entrare nella testa di uno di loro. Di raccontarne la vita, così perennemente in bilico tra arte e follia. Di lui si conoscono a memoria le opere, i girasoli, la notte stellata, assurte al ruolo di vere e proprie icone dell’arte moderna. Si sa anche che, dopo una furiosa lite con Gauguin, si tagliò un orecchio. È a tutt'oggi uno degli artisti più amati al mondo. Eppure sono davvero in pochi conoscerlo realmente.

Con “Vincent, vita colori e morte di una follia”, Leonardo Losavio, autore e interprete dell’opera, ci farà rivivere nel suo intenso monologo le paure, le delusioni e i sogni di Van Gogh, un uomo folle che barattò la sua vita con l'arte. Un genio che lottò contro il suo mondo attraverso la solitudine.

Lo spettacolo debutta questa sera alle 21 sotto l'attenta regia di Roberto Galano, direttore del Teatro dei Limoni di Foggia. Prezzo del biglietto: 12 euro. Repliche fino al 29 settembre.

Alessandro Depetro