Enea in viaggio, il teatro torna in strada (con un camion-palcoscenico)

Attori del Teatro di Roma e migranti nelle piazze di Tor Bella Monaca, Pietralata e Quarticciolo

0
545
Enea in viaggio, il teatro torna in strada (con un camion-palcoscenico)

Il teatro torna di strada. Un teatro itinerante e in trasformazione, fatto di incontri. Enea in viaggio continua il suo percorso con la seconda fase di attività che vede “il Teatro arrivare in Città”: un vero e proprio camion-pal­coscenico con le sue storie migranti si fermerà in 3 periferie romane per 9 giornate di performance e laboratori a Tor Bella Monaca (19, 20 e 21 giugno), Pietralata (1, 2 e 3 luglio) e Quarticciolo (5, 6 e 7 luglio).

Un percorso a tappe per realizzare incursioni nelle strade, nelle piazze, nella quotidianità, con gli attori della Scuola di Perfezionamento del Teatro di Roma e 18 migranti che arriveranno su un camion e approderanno nelle periferie della Capitale, raccontando in tante lingue diverse di un Enea che ci assomiglia. Scenderanno in strada, tracceranno a terra i confini di una città, di una nuova comunità, dove ognuno ha un ruolo, una funzione, necessaria alla collettività. Il pubblico si troverà immerso in questo “viaggio”, fatto di nuovi “approdi”, occasione di incontro-scambio per vivere differenze e reciprocità, con la possibilità di scegliere se fermarsi, sedersi a terra, partecipare al racconto o andare via, tra suoni, racconti e disegni in cui si parlerà in lingue differenti, senza nessun’altra ambizione se non quella di provare a stare qualche minuto insieme, occhi negli occhi, senza paura.

“Enea in viaggio è un titolo che parla da sé – racconta la regista Emanuela Giordano, curatrice del progetto – Siamo partiti organizzando incontri tra cittadini e giovani migranti. Lo abbiamo fatto perché in questa città si respirava tanta reciproca diffidenza. La diffidenza si trasforma facilmente in paura. La paura è pericolosa, per tutti. Dopo la prima accoglienza, il problema da affrontare è la contiguità, l’esercizio della vicinanza e del reciproco confronto. I ragazzi con cui stiamo lavorando vengono da tutti i paesi del mondo, del mito di Enea e della sua gente, non sapevano nulla, ora la sentono come una storia loro. Enea è un uomo sconfitto che viene da lontano in cerca di una terra dove vivere in pace. È un viaggio nel mediterraneo verso la fondazione di una nuova città, che accoglierà gente proveniente da ogni dove. La leggenda si intreccia con la nostra storia. Il confronto con il mito è diventato strumento per cogliere i temi essenziali del nostro vivere: e se fossimo noi oggi a dover partire? Come ci comporteremmo e che cosa ci aspetteremmo dagli altri? E chi arriva cosa si aspetta da noi? Cosa ci offre, come si propone? Abbiamo pensato che oggi può essere utile ritornare al teatro di strada, un teatro informale, imperfetto, in continua trasformazione a seconda di chi incontra.”

Il camion-palcoscenico segue la prima fase del progetto, che tra maggio e giugno ha programmato laboratori con migranti e attori negli spazi del Teatro Argentina e del Teatro India. Il 9 luglio la “Città arriva in Teatro”: non è più il teatro a viaggiare in città, ma è la città ad essere chiamata in teatro con la terza fase del progetto, l’evento conclusivo Atelier dei 200. Un’intera giornata di laboratorio con una performance finale collettiva che porterà 200 cittadini sul palcoscenico del Teatro India (info 06.684.000.346 e prenotazione obbligatoria atelieristi@teatrodiroma.net).

COS’È ENEA IN VIAGGIO

Enea in viaggio è il progetto vincitore del Bando MigrArti 2017 del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), realizzato in partenariato con l’Associazione Liberi Nantes e Amref Health Africa – Italia, e in collaborazione con Fondazione Erri De Luca, Ass. K_Alma, Ass. Parsec, Ass. TiPiAttIVi, Comitato Collina di Pietralata, Italia che cambia, Coop Soc Eureka I e Coop CivicoZero. Enea in viaggio si propone come esperimento di intervento artistico e culturale in territori dove risulta complesso il rapporto fra popolazione residente e migranti. L’intento è quello di indagare il tema del viaggio ripercorrendo e contestualizzando il mito di Enea attraverso un percorso di teatro integrato. Un incontro di forte prossimità tra artisti, migranti e cittadini, che utilizza il linguaggio teatrale per favorire processi di integrazione e per incoraggiare una nuova e reciproca conoscenza.

INFO TEATRO DI ROMA
Ufficio Promozione: 06.684.000.346
www.teatrodiroma.net
scuola@teatrodiroma.net

LASCIA UN COMMENTO

È SUCCESSO OGGI...

“Rajche”, Subiaco svela le sue radici più profonde in tre giorni di festa

La città dei monasteri è pronta a svelare le sue radici più profonde. O meglio le “rajche”, come si dice nel dialetto di Subiaco, che traggono la linfa vitale da tradizioni, musiche, artigianato e...

Chiusura in grande stile per il Valmontone Outlet con lo show “Live in Tokyo”...

Chiusura in grande stile per il Valmontone Outlet, la manifestazione che nei mesi di luglio e agosto ha ospitato concerti live e spettacoli gratuiti nel villaggio dedicato allo shopping in provincia di Roma. Sabato 19...

Roma, movida sotto la lente dei carabinieri: arresti e multe salatissime

Non conosce sosta l’attività di prevenzione e controllo svolta dai Carabinieri di Roma nelle zone della cosiddetta Movida. Sono molti, infatti, i servizi orientati nelle zone maggiormente frequentate da chi - romani e turisti –...

A Passoscuro tre giorni tra musica, balli, cinema e artigianato

“L’estate sta finendo…” è il titolo della tre giorni di eventi che si terrà in Piazza Santarelli a Passoscuro venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 agosto, all’interno della cornice di “Fiumicino Estate”, la...

Rieti Cuore Piccante, arriva la kermesse più hot dell’estate: dal 23 al 27 agosto

Il cuore del centro d’Italia è pronto a battere forte per la kermesse più hot dell’estate. Dal 23 al 27 agosto torna l’appuntamento con “Rieti cuore piccante”, la Fiera internazionale del peperoncino che anche quest’anno...