Giorgia Consiglio, un argento che sa di riscatto

0
53

 Giorgia Consiglio, un argento che sa di riscatto


Dalla delusione per il successo mancato nella 5 km (dove è stata squalificata per aver sbagliato il giro della boa) al riscatto, tutto in meno di 24 ore. Giorgia Consiglio conquista l’argento nella 10 chilometri, distanza olimpica, e porta a cinque medaglie in due giorni il bottino della Nazionale di nuoto in acque libere agli Europei, in svolgimento al lago Balatont. L’azzurra copre il circuito in 2h01\’07"6, nove decimi di troppo rispetto all’olandese Linsy Heister, campionessa mondiale della 25 km. Più lontane le altre due italiane in gara: Alice Franco ha chiuso all’8° posto in 2h01\’25"3, la campionessa mondiale Martina Grimaldi al 9° in 2h01\’30"8. Al terzo posto la 35enne tedesca Angela Maurer in 2h01\’08"2. Ancora in difficoltà la campionessa olimpica e mondiale nella 5 e 10 km: la russa Larissa Ilchenko ha chiuso al ventesimo posto.

Per la 20enne genovese, ma tesserata con il Circolo Canottieri Aniene e seguita da Emanuele Sacchi, è una conferma importante a 16 giorni dall’argento iridato conquistato al lago di St. Jean, Roberval, nel Quebec, in condizioni totalmente opposte (acqua fredda e lago piatto), ma soprattutto una risposta caratteriale a quell’erroraccio di valutazione che le è costato mercoledì l’oro nella 5 chilometri a cronometro.

«Sono contenta per la gara – ammette – non per la medaglia. Volevo l’oro, ma i nove decimi che mi dividono dalla Heister devono essere uno sprone per allenarmi ancora con maggiore aggressività. Ho lavorato bene tutta la stagione, ma mi manca ancora un po’ di continuità». Consiglio è sempre stata nelle prime posizioni, seguendo prima la scia dell’inglese Cassandra Patten, poi 17esima, quindi dettando il ritmo della gara con Heister e l’ungherese Eva Risztov, settima.  Ora si cambia pagina, la Consiglio resterà in gruppo sino a domenica per sostenere i compagni, poi raggiungerà la Nazionale di nuoto a Budapest.


Cinque