Tivoli, minaccia la ex e rapisce il figlio per convincerla a tornare da lui

0
67

 Lo aveva allontanato perché la considerava “un oggetto”.  Una relazione che aveva portato al concepimento di un bambino che per paura la donna aveva celato al suo ex compagno. Denunciato già in precedenza l’uomo, C.Z. 24enne romeno, era però ossessionato dalla bramosia di possedere quella donna, una 41enne residente a Tivoli Terme, e per questo ha cominciato una escalation di minacce, telefonate e appostamenti fuori della sua abitazione in piazza Massimo per diversi mesi che hanno raggiunto il culmine nella giornata del 19 ottobre quando l’uomo, dopo aver fatto irruzione con la forza nella casa della ex compagna, l’ha prima picchiata provando poi a rapire il bambino. Un rapimento disturbato dai vicini di casa della donna, anch’essi minacciati di morte, che ha portato C.Z. a riportare il bambino sotto il portone della mamma poche ore dopo. Allertati i carabinieri della compagnia di Tivoli, diretti dal capitano Emanuela Rocca, l’uomo è stato rintracciato nei pressi dell’abitazione della sua ex compagna e rinchiuso nel carcere di Rebibbia dove dovrà rispondere dell’accusa di stalking. 

 

                                                                                                                     Mauro Cifelli