Il calendario del degrado in IV

0
26

 

Presentato presso la sala stampa del gruppo comunale del Partito Democratico il Calendario 2011 sui "Problemi del IV Municipio". Partecipato da numerose associazioni di cittadini l'incontro si è caratterizzato per l'accesa vena polemica del gruppo municipale del PD, del consigliere comunale Massimiliano Valeriani e di quello provinciale Marco Palumbo nei confronti delle amministrazioni capitolina e locale.

«Scegliere solo 12 problemi non è stato facile, perchè fosse stato per noi avremmo potuto fare un'agenda giornaliera. Sono presentati problemi esistenti dal 2008 e molti emersi dall'attuale cattiva gestione», esordisce il capogruppo Mar- chionne. «Ne è un esempio ciò che accade a piazza Corazzini. È assurdo che un pezzo di piazza comunale sia ancora indisponibile per i cittadini a causa delle scelte dell'amministrazione», evidenzia Marco Palumbo riferendosi alla notoria vicenda di Villa Tiberia, condannata a 219mila euro di multa per gli abusi edilizi e che ancora occupa abusivamente parte della piazza.

Trattando i problemi di una viabilità ormai congestionata sino al blocco del traffico il calendario del Pd tocca anche l'impatto dei forti tagli ai servizi alla persona dedicando una pagina all'aumento dei prezzi delle mense scolastiche e un'altra al ridimensionamento dei servizi sociali. L'anno si chiude prestando attenzione al tema del decoro urbano e al fiorire di scritte nostalgiche neofasciste. Il consigliere Limardi sottolinea la situazione di piazza dei Vocazionisti, Fidene: «Necessario un intervento mirato alla riqualificazione». «Bonelli eroe di mille battaglie soprattutto sull'elettrosmog, quando era all'opposizione, non è riuscito da presidente a spostare una sola antenna te- lefonica dal territorio che ha invece visto crescerne il nu- mero», afferma la consigliere Rampini.

«E' un cattivo sindaco – chiosa Valeriani su Alemanno – e non è un caso che cominci a essere perce- pito, soprattutto nelle periferie, come non all'altezza della complessità di questa città. Ma iniziative come questa dimostrano che alla sua ombra crescono e operano tanti piccoli Alemanno altrettanto dannosi per la nostra città, per cui proporremmo altre iniziative anche negli altri municipi. Siamo partiti dal IV perchè secondo noi merita, purtroppo, un piazzamento sul podio dei municipi peggio governati».