Trastevere, Clochard picchiato e rapinato

0
58

 

Un clochard di 73 anni è stato picchiato e rapinato con grande violenza a Roma su un autobus di linea, in via Orti di Cesare, due giorni fa. I testimoni hanno raccontato che la vittima dell'aggressione, sanguinante, è stata afferrata per il bavero della giacca e sbattuta con violenza contro un muro. A compiere il gesto un uomo e una donna, senza fissa dimora, da poco usciti dal carcere che, per tutta la giornata, hanno esercitato violenze in giro.

Poco prima la coppia aveva avvicinato il clochard in piazza presso la stazione Trastevere, lo aveva minacciato e colpito ripetutamente alla testa perché consegnasse loro i suoi. I due erano stati privati dei cani alcuni mesi fa, in occasione di un precedente arresto. Lo scorso 18 gennaio, S.G., 30enne, senza fissa dimora, originario di Alatri, è uscito da Regina Coeli, dopo un nuovo periodo di detenzione e ha ripreso a girovagare, vivendo di espedienti, con la sua compagna, P.YM., 23enne italiana originaria del Cile.

Non essendo riusciti a racimolare graché, i due malviventi si sono diretti a via Volpato, verso un negozio di articoli casalinghi, gestito da una coppia di cinesi. Una volta all'interno, l'uomo ha afferrato un coltello da cucina, cercando poi di scappare, fermato dal titolare, ha reagito violentemente, insieme alla compagna, ha aggredito lo straniero con calci e pugni, colpendolo al volto e alla testa. Colpita anche la moglie del negoziante e un passante intervenuti per fermarli. Solo gli uomini della polizia, intervenuti sul posto, sono riusciti a fermare le violenze.