Una cabina di regia per Papa Wojtyla

0
26

Si è insediata il 31 gennaio in Vicariato la cabina di regia per coordinare gli interventi organizzativi in vista della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II che avrà luogo in Piazza San Pietro il primo maggio prossimo.

Il gruppo di lavoro, coordinato dal Vicario di Roma Agostini Vallini sarà composto dal Comune di Roma, Provincia e Regione, dal prefetto Giuseppe Pecoraro, dal questore Francesco Tagliente, dal monsignor Liberio Andreatta dell’Opera romana pellegrinaggi, e dalla Guardia di Finanza.

Il grande evento cittadino cadrà ad appena sei anni dalla morte di Papa Woytjla, che morì il 2 aprile del 2005. L’iter che ha portato alla beatificazione di Giovanni Paolo II, per la popolarità di cui godette in vita e per la devozione dei suoi tanti fedeli è stato particolarmente rapido, come ha spiegato il portavoce vaticano Padre Federico Lombardi.

“La beatificazione di Papa Wojtyla ad appena sei anni dalla morte – afferma Lombardi – è stata resa possibile da una 'corsia preferenziale' voluta da Benedetto XVI, che aveva anche dispensato dall'attesa dei cinque anni per avviare il processo. Ma nessuno sconto è stato fatto nelle procedure e negli accertamenti durante il processo canonico, che anzi è stato particolarmente scrupoloso”

L’annuncio della beatificazione arrivò nei giorni scorsi in concomitanza con un decreto pontificio che attribuisce a Papa Woytila un miracolo: la guarigione dal "morbo di Parkinson" di suor Marie Simon Pierre Normand.

Ora si passa alla fase operativa. Per i giorni della beatificazione è già previsto l’arrivo di fedeli da ogni angolo del mondo. E’ certo il tutto esaurito in alberghi e B&B della città. Intanto mercoledì mattina oltre 100 parlamentari di tutti gli schieramenti parteciperanno a una messa officiata dal cappellano della Camera dei Deputati Mons. Leuzzi sulla tomba di Papa Wojtyla. (5web)