IV / Carrelli abbandonati a chilometri da Porta di Roma

0
56

Sono ovunque. Parcheggi, marciapiedi, strade e incroci. Sono decine e decine i carrelli della spesa che ogni giorno vengono disseminati e abbandonati tra le vie di Casale Nei, quartiere del Municipio IV in prossimità del Centro Commerciale Porta di Roma. Basta farsi una passeggiata in qualsiasi giorno della settimana per trovarli posizionati negli angoli più impensati del nuovo quartiere a nord della Capitale.

Dal parcheggio di via Ferruccio Amendola a quello di via Carlo Ludovico Bragaglia. Senza contare i vari marciapiedi di via Mario Soldati, via Rino Gaetano, via Gian Maria Volonté e via Carmelo Bene, dove addirittura i carrelli sono visibili sotto il palo del semaforo. Da quelli piccoli del super- mercato a quelli più grandi dei negozi fai da te, singoli o in gruppi da cinque o più, non c'è angolo della zona dove non sia possibile trovarsi un carrello davanti, magari parcheggiato sugli appositi spazi con necessità per l'automobilista di turno di doverli spostare per parcheggiare la macchina.

Carrelli che ogni sera, visto anche il loro costo che al mercato supera abbondantemente i 200 euro, vengono forse recuperati da qualche squadra speciale del vicino Centro Commerciale ma che ogni giorno rispuntano nei posti più impensati. Senza tenere conto i week end quando il numero dei carrello abbandonato aumenta esponenzialmente. Addirittura due carrelli solitari sono rintracciabili a oltre un chilometro di distanza dal centro commerciale, in un parcheggio abbandonato della zona. Magari hanno scelto di accaparrarsi un posto auto per usucapione.

 

Mauro Cifelli