IV/ Niente alloggi popolari nell\’ex circoscrizione

0
33

 

Definitivamente bocciato il progetto per la realizzazione di 16 alloggi popolari nella vecchia sede dei servizi sociali del IV Municipio di via Monte Meta. E' stata infatti bocciata ieri dal Consiglio municipale la proposta dell'opposizione che dava specifici indirizzi sulla priorità abitativa per l'uso dello stabile situato a pochi passi da piazza Monte Gennaro.

"Siamo sconcertati per il risultato del voto e riteniamo vergognoso l'utilizzo di una struttura così vasta per due o tre associazioni che hanno il solo merito di aver bussato alla porta giusta per ottenere un pubblico spazio" hanno dichiarato Pd, Sel e Idv alla fine del consiglio. Infatti per ora il palazzo è "abitato" solo da alcune associazioni di protezione civile, che necessitavano da tempo di una sistemazione. Sistemazione che però appare del tutto provvisoria, visto che lo stabile sarà "buttato giù e completamente ricostruito" come ha assicurato Bonelli, ad opera di privati per la realizzazione di un project financing come da accordi con l'assessorato ai lavori pubblici capitolino.

Eppure il progetto bocciato ieri avrebbe contribuito a smaltire la graduatoria per gli alloggi popolari, in un quartiere già ampiamente caratterizzato da edilizia residenziale pubblica, ma dove l'emergenza abitativa è un problema scottante per molti. "La mozione da noi presentata aveva lo scopo di individuare un progetto da realizzare nella struttura che tenesse conto delle priorità e le urgenze del territorio, come alcune da noi individuate: emergenza abitativa, casa dello studente e servizi di formazione o la realizzazione di una casa famiglia", ha dichiarato la consigliera Pd Federica Rampini firmataria dell'atto.

"Abbiamo appreso in aula dal presidente Bonelli, che per i locali di via Monte Meta è già previsto un progetto di finanza seguito dall'assessore del Comune Ghera e che le associazioni ad oggi presenti sono li con il compito di guardiania, al solo fine di evitarne l'occupazione", continua Giorgio Limardi Presidente della Commissione Trasparenza. "Parte degli alloggi sarebbero stati dedicati ad anziani non autosufficienti – ha aggiunto Marco Palumbo, consigliere provinciale Pd – ma quello che è assurdo è che nel cancellare questa destinazione dall'elevata importanza sociale, il centrodestra abbia proposto addirittura di vendere il palazzo per fare cassa. In estrema sintesi, non costruiscono case popolari, ma addirittura pensano di vendere il palazzo di via Monte Meta a chi ci farebbe case private da rivendere a caro prezzo".

 

Yuri Bugli