L\’alga rossa stritola il lago di Albano

0
31

 

E il lago del Papa diventò rosso: alghe e mucillagine. Non è la prima volta che con l'arrivo dei primi accenni di primavera (e le temperature ideali) il lago di Albano si tinge di rosso, ma la vicenda non è affatto un "giallo". Tutta colpa di un'alga velenosa, la Plankthotrix rubescens,  che prolifica nel lago, sempre più soffocato dall'inquinamento di azoto fosforo e altre sostanze scaricate dai paesi e dall'agricoltura intorno, tutte fuori dal rispetto delle regole.

Queste alghe, dicono gli esperti, provengono dall'Africa e possono produrre tossine pericolose per la salute dell'uomo e condannano oltretutto alla "morte" un lago che di anno in anno sente sempre più forte il problema dell'abbassamento del livello delle acque a causa del diffusissimo saccheggio delle falde per nuovi pozzi e captazioni.

Le cause dell'arrivo dell'alga tossica non sono ancora chiare. Gli effetti negativi sono però sono numerosi, come spiega anche uno studio dell'università di Viterbo. E' forse arrivato il momento di fare più attenzione a un bene comune come questo nostro lago. (5web)