Il Campidoglio esclude la presenza di profughi libici

0
25

Il Campidoglio esclude che ci saranno profughi della Libia a Roma "Siamo già saturi" ha affermato.

Il sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, chiarisce così in merito alla possibilità di accogliere i profughi provenienti dalla Libia: “Il ministro dell'Interno mi ha detto che non c'è l'intenzione di portare i rifugiati libici a Roma, ma di tenerli nel meridione d'Italia. Se cambierà qualcosa, vedremo di che si tratta”.

Dello stesso avviso anche l'assessore alle Politiche sociali Sveva Belviso: “Roma è satura, noi non ce la facciamo. Se serve accoglienza, abbiamo bisogno di supporto logistico e di finanziamenti: identificare nuovi centri non sarebbe un problema ma la totalità dei finanziamenti spetta al ministero perché i richiedenti asilo e l'immigrazione sono temi di competenza statale e non degli enti locali”.

“La Capitale – ha proseguito la Belviso – ospita attualmente più di 1.600 persone nelle strutture dedicate con una lista d'attesa di circa 3mila persone. I centri di accoglienza di Roma sono già saturi”.

Nella giornata di venerdì era circolata la voce che un migliaio di rifugiati libici sarebbero stati ospitati nella Capitale dopo che il capo di gabinetto della Fao, Hervè Leveune, giunto giovedì sera dalla Libia, aveva annunciato la scelta di Roma come scalo per l'evacuazione delle organizzazioni internazionali che lavorano in Libia.