Rom, Valeriani: Nessuno conosce i dati sulle autorizzazioni

0
23

"Stamattina, nel corso di una commissione Trasparenza convocata per affrontare le problematiche del  degrado e illegalita' nel campo nomadi di via dei Gordiani, e' emerso con chiarezza che il piano nomadi tanto citato tanto nominato, non e' altro che un tema per esercitare uno scaricabarile istituzionale. Integrazione, sicurezza, legalita' sono parole vuote che poco rappresentano la realta' dei fatti".

Lo afferma in una nota Massimiliano Valeriani, presidente commissione Controllo e Garanzia.    "Trovo assurdo che nessun soggetto dell'amministrazione comunale- prosegue- coinvolto a vario titolo su questo tema, conosca i dati ufficiali relativi al  Dast, Documento di Autorizzazione allo Stazionamento Temporaneo. Il sindaco in persona e l'assessore Belviso avevano annunciato e assicurato che questo documento sarebbe stato consegnato solo a chi non si fosse macchiato di alcun reato grave. Allo stato dei fatti nessuno sa a quante persone sia stato rilasciato questo importante documento e quali siano le tipologie di reati gravi rispetto ai quali era impossibile concederlo".     

"Se ne deduce che  non si e' in grado di scongiurare la possibilita' abbastanza credibile che possa essere stato consegnato anche a chi non ne avesse i requisiti. Credo sia interesse di tutti, cittadini romani e popolazione rom che lotta per l'integrazione, che su questo aspetto non ci siano ombre e che soprattutto ci siano regole certe. Non e' accettabile- conclude Valeriani- che nei campi regolari debbano convivere forzatamente persone perbene e i delinquenti. Mi auguro che durante il consiglio straordinario sul piano nomadi questo aspetto sui Dast possa essere chiarito fino in fondo".