Un serpente a guardia della droga

0
46

 

Da alcuni giorni i residenti del quartiere Tuscolano avevano segnalato alla Polizia una macchina rossa con 2 persone sospette a bordo. Ieri sera gli agenti del Commissariato di zona, direttodalla dott.ssa Laura Vilardo, durante un servizio mirato a riscontrare le segnalazioni, hanno notato parcheggiato in via Papiria un veicolo simile a quello segnalato.

Gli accertamenti esperiti in merito all’intestatario dell’autosono stati di poco aiuto agli inquirenti.  La vettura infatti, intestata all’erario dall’anno 2010, è risultata confiscata ad un cittadino tunisino con svariati precedenti di polizia. Ma da un più approfondito controllo del veicolo, lo stupore degli agenti per l’insolito rinvenimento.

Un controllo sull’auto ha consentito infatti ditrovare all’interno del bagagliaio una teca con un serpente di un metro e mezzo di lunghezza. Denutrito e inapparente stato di abbandono, non si esclude che il rettile sia stato precedentemente usato per “proteggere” dello stupefacente.In corso infatti ulteriori indagini per accertare se il veicolo venisse usato come luogo di custodia di stupefacenti o altro, nonché sulla provenienza e sul possessore dello stesso.

L’auto è stata trovata aperta e con le chiavi inserite nel blocco di accensione. Il serpente,poi risultato essere della specie “elaphe gutatta”,meglio conosciuto come serpente del grano, è stato preso in consegna da personale del corpo forestale dello Stato, e custodito in luogo idoneo.

 

cinque