Castelli all\’assemblea degli inquilini Enasarco

0
28

Ieri sera l’ex ministro Roberto Castelli, rientrando nella sua casa di Monteverde, si è imbattuto, suo malgrado, nell’assemblea degli inquilini Enasarco, riuniti nell’androne per discutere della vendita delle loro case. Il senatore, ignaro della riunione, si è ritrovato assediato dalle domande degli inquilini e ha invitato una nutrita delegazione nel suo appartamento al terzo piano. Sul posto era presente anche una troupe di Annozero che ha ripreso l’evento.

Castelli all’interno del suo appartamento ha voluto rassicurare tutti in merito alla disdetta da lui presentata: “Non hanno ricevuto ancora la mia raccomandata, io però l’ho inviata. Perché l’ho fatta? Ho deciso io dopo questa storia del Trivulzio, a Milano”.

Il senatore ha poi proseguito riguardo la vicenda che lo vede coinvolto: “Come ho trovato questo appartamento Enasarco? Ho fatto domanda, me l’hanno assegnato. E all’epoca ero un parlamentare di opposizione… Mi dite che ci sono graduatorie per gli appartamenti, ah questo proprio non lo sapevo”.

Infine, sollecitato dagli inquilini Enasarco sulla questione della dismissione degli immobili, con le molteplici problematiche legate ai nuovi affitti raddoppiati, alle difficoltà di ottenere un mutuo, alla perdita del lavoro, oltre che della casa, per i portieri che lavorano lì, l’ex ministro Castelli ha preso l’impegno di segnalare tutte queste situazioni al ministro Sacconi e ha promesso che farà il possibile per aiutarli.