Minisindaci all\’attacco dell\’assessore all\’Urbanistica Corsini

0
24

In risposta alle dichiarazioni dell’assessore all’Urbanistica Marco Corsini, che ha accusato i Municipi di non contrastare l’abusivismo edilizio, si è tenuta ieri una conferenza stampa organizzata dai presidenti di centrosinistra presso la sala consiliare del Municipio XI. «L’assessore Corsini supera i limiti della decenza – ha esordito il presidente Catarci all’inizio dell’incontro -, è lui il primo responsabile di quanto sta avvenendo, insieme al suo sindaco e alla sua giunta». Difatti Alemanno, nei suoi primi mesi di mandato, aveva smantellato l’Ufficio anti-abusivismo edilizio di Massimo Miglio e aveva così abbassato i livelli di controllo urbanistico. Solo nella prima metà del 2010 sono state respinte 12.315 domande di condono: 2.099 abusi nei parchi, 6.503 su aree vincolate e 3.713 domande di condono presentate fuori tempo massimo.

Il presidente Catarci ha poi continuato: «Invece di muovere accuse si dovrebbe trovare un modo per sbloccare subito la situazione, o tramite il commissariamento dell'Usce oppure dando al Dirigente Tecnico del Municipio la facoltà di respingere le richieste di condono palesemente inammissibili». In questo modo almeno 3.713 richieste di condono presentate fuori tempo massimo potrebbero essere eseguite immediatamente. Oltretutto, durante la conferenza stampa, si è parlato anche delle risorse stanziate dal Campidoglio per la lotta all'abusivismo edilizio, che secondo i presidenti non sono sufficienti per un simile compito. «Nei miei uffici c'è un solo tecnico che si occupa di questa materia», ha affermato Antonella De Giusti, presidente del Municipio XVII, «sono molto delusa dalle parole di Corsini, era uno degli assessori con il quale avevo istaurato un rapporto costruttivo». Orlando Corsetti, presidente del Municipio I, ha concluso l’incontro rivolgendo un appello a Nicola Zingaretti, perché aiuti i municipi nella vigilanza degli abusi, coinvolgendo magari la Polizia Provinciale e all'assessore regionale all'Urbanistica Luciano Ciocchetti, per mettere a disposizione 600.000 euro presenti nel bilancio regionale per la lotta all'abusivismo. 

«Tutta questa polemica attizzata ad arte dai minisindaci di centrosinistra è francamente «mini» e inutile, dal momento che alla conferenza di oggi (ieri ndr) hanno partecipato «quattro gatti» (5 su 11) neanche tutti gli interessati. Al di là della palese forzatura di alcune mie dichiarazioni prese a pretesto per aizzare questa canizza, rammento che la lotta all'abusivismo edilizio deve essere condotta con la collaborazione attiva di tutte le istituzioni, a partire in primo luogo da quelle di controllo del territorio». Lo afferma Marco Corsini, assessore all'Urbanistica di Roma Capitale, rispondendo ai presidenti dei municipi di centrosinistra sul tema dell'abusivismo edilizio. «Nel 2009 – aggiunge – avevo chiesto a tutti gli uffici tecnici municipali di collaborare per contrastare il fenomeno dell'abusivismo, mediante una fattiva attività amministrativa, ma la risposta è stata estremamente deludente: i provvedimenti che ci giungono dai Municipi, oltre a essere esigui nel numero, sono generalmente errati, incompleti e, quindi, ineseguibili».

 

Silvia Falcone