Monterotondo, pendolari occupano i binari

0
39

"Basta promesse, servono risposte concrete, i pendolari non ce la fanno più. Questi pseudo lavori di manutenzione mascherano in realtà tagli veri e propri di un servizio troppo carente, la Regione e Trenitalia devono spiegare ai cittadini come aumenteranno quantità e qualità del servizio". Si è espresso così Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, riguardo le proteste dei pendolari che questa mattina hanno occupato per cinque ore la stazione di Monterotondo.

Il blocco della linea Orte-Fiumicino (FR1) da parte di alcune centinaia di persone è avvenuto alle 6.15 per protestare contro le reiterate soppressioni di corse. «La corsa delle 6.30 – ha spiegato infatti CittadinanzAttiva Lazio – è stata soppressa così come quella successiva. Ci siamo trovati a non poter entrare perché il treno arrivato dopo era stracolmo. Dagli altoparlanti hanno spiegato che si tratta di lavori di manutenzione, ma è assurdo effettuarli in un'ora di punta in cui il treno è pieno di pendolari. E poi capita quasi quotidianamente ormai, da un mese a questa parte». Il treno bloccato dalla protesta è ripartito dalla stazione di Monterotondo con 270 minuti di ritardo.

«A fine marzo scorso – ha dichiarato Parlati – Trenitalia aveva annunciato lavori di manutenzione straordinaria per un massimo di 15 giorni con conseguente cancellazione di 28 treni sulle diverse tratte e la limitazione di 4 corse giornaliere; dopo un mese ha deciso ben 53 cancellazioni e 5 limitazioni al giorno, per una durata prevista di altri 20 giorni. Ma non finisce qui: oltre alle soppressioni e limitazioni previste, tutti i giorni se ne aggiungono altre impreviste, che vanno ad aggravare la già caotica situazione». «La presidente Polverini aveva promesso – ha concluso presidente di Legambiente Lazio – sia prima che dopo la campagna elettorale, viaggiando con i pendolari, che avrebbe destinato ai trasporti regionali l'1% del bilancio, ci chiediamo dove siano finiti quei soldi vista la situazione drammatica». 

Duro anche il commento del capogruppo Pd alla Regione Lazio, Esterino Montino: «Sono mesi che senza alcun avviso vengono cancellate corse e soppressi treni e si crea il caos tra studenti e lavoratori che ogni giorno si muovono sui treni regionali per raggiungere il proprio posto di studio e lavoro. La situazione ormai insostenibile ha portato oggi all'esasperazione diverse centinaia di persone che stamattina hanno protestato a Monterotondo e a Fara Sabina dove addirittura sono stati cancellati i primi due convogli in partenza per Roma. Parliamo di ritardi e disservizi ormai all'ordine del giorno che purtroppo si ripetono su altre tratte regionali compresa quella che porta a Civitavecchia e verso i Castelli Romani. Sarebbe il caso che Lollobrigida lasciasse da parte la campagna elettorale e ricordasse di essere l'assessore ai trasporti della Regione Lazio. Creare le condizioni per garantire ai cittadini il diritto alla mobilità è un suo preciso dovere». 

 

 

È SUCCESSO OGGI...

Trump dal Papa. Poi incontro con Mattarella

Ivanka Trump "e' rimasta impressionata dalla figura del Papa, ha detto che l'incontro tra il Pontefice e il padre e' stato lungo e fruttuoso". Lo ha detto il presidente della Comunita' di Sant'Egidio, Marco...

Meleo: «Nel IX Municipio arriva bike sharing grazie a fondi europei Horizon 2020»

Nel IX Municipio arriva il bike sharing con 6 nuovi e-hub, veri e propri posteggi innovativi, con 13 bici a pedalata assistita ciascuno, per un totale di 78 mezzi che saranno a disposizione dei...

Roma, da venerdì fumetti di Milo Manara esposti al Macro

Il maestro dell'eros Milo Manara in mostra a Roma con 'MacroManara - Tutto ricomincio' con un'estate romana', che ripercorrera' l'intera carriera del fumettista veronese attraverso due percorsi principali: da una parte una ricca proposta...

Ama, raggiunto accordo con i sindacati. «Ammessi i problemi in azienda»

"Siamo realmente soddisfatti del verbale firmato ieri in Ama, perché dopo resistenze e difese d'ufficio da parte dell'azienda, anche grazie al sopralluogo congiunto effettuato con l'Assessora Pinuccia Montanari, il management ha finalmente ammesso i...

Blitz al minimarket: vendeva cibo scaduto

É di queste ore l’operazione condotta dalla Polizia Locale, GSSU ( Gruppo sociale sicurezza urbana) a Corso Vittorio Emanuele dove, in prossimità di Piazza Navona, gli agenti hanno rinvenuto generi alimentari scaduti all’interno di...