In migliaia in Regione per difendere l’ospedale

0
95

Giù le mani dall’ospedale di Palombara. Con questo striscione un centinaio di cittadini di Palombara Sabina hanno protestato ieri sotto la sede del Consiglio regionale. L’ospedale di Palombara, a pieno regime, riusciva a ospitare 128 posti letto, 1200 interventi chirurgici, 1800 ricoveri nel reparto di medicina e aveva un reparto di urologia fiore all’occhiello della sanità regionale.

Un luogo di cura e assistenza che serviva un bacino di utenza di circa 200mila persone.  Ora la riconversione e il declassamento, diventato definitivo con i tagli del Commissario ad Acta, Renata Polverini, ha scatenato le proteste dei palombaresi. «Ci hanno tolto anche il pronto soccorso – ha detto Mario presente alla manifestazione – ora siamo costretti, per le urgenze, a rivolgerci all’ospedale di Tivoli che è distante 20 km ed è sempre congestionato». 

L'articolo completo nel giornale di oggi

È SUCCESSO OGGI...

Drammatico incidente, i familiari di Romolo Antonio Scardella cercano testimoni

Com’è successo l’incidente stradale costato la vita il 5 agosto scorso a Romolo Antonio Scardella? I familiari dell’anziano, 86 anni, di Roma, lanciano un appello alla ricerca di testimoni, con particolare riferimento a un...

Roma, movida sotto la lente dei carabinieri: arresti e multe salatissime

Non conosce sosta l’attività di prevenzione e controllo svolta dai Carabinieri di Roma nelle zone della cosiddetta Movida. Sono molti, infatti, i servizi orientati nelle zone maggiormente frequentate da chi - romani e turisti –...

Testaccio, turisti vittime di rapina: gli autori riconosciuti e arrestati

I Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino egiziano di 19anni, domiciliato a Guidonia, con precedenti e già sottoposto all’obbligo di firma con contestuale obbligo...

Atac: «Non esiste alcun “documento riservato”, nessun pericolo sicurezza»

«Con riferimento all'articolo apparso oggi sulle pagine del Messaggero dal titolo "Atac, nuovo sos sicurezza. Sui treni della metro A maniglie d'allarme ko", Atac precisa che non esiste alcun "documento riservato", ma solo una...

“Rajche”, Subiaco svela le sue radici più profonde in tre giorni di festa

La città dei monasteri è pronta a svelare le sue radici più profonde. O meglio le “rajche”, come si dice nel dialetto di Subiaco, che traggono la linfa vitale da tradizioni, musiche, artigianato e...