Ecco la “squadra” del De Fusco bis

0
23

De Fusco Bis, atto primo. Si è svolta ieri la prima seduta del Consiglio, nella quale sono stati formalizzati gli eletti, tutti presenti tranne Vincenzo Mauro, assente giustificato. La prima precisazione fatta dalla nuova Assemblea è servita per spegnere la polemica nata intorno alla location della seduta, che si è svolta all'hotel Enea e non nell'aula consiliare, troppo piccola e non rispondente alle norme di sicurezza. «Ringraziamo la titolare dell'hotel – ha esordito il consigliere anziano, Fabio Mirimich, che ha svolto le funzioni di presidente del Consiglio fino all'elezione di quest'ultimo – perché ha messo a nostra disposizione questa sala a titolo gratuito».

Ma subito dopo, il colpo di scena: un cittadino, che lavora per la ditta che ha in appalto il servizio di nettezza urbana, è entrato nell'emiciclo e si è scagliato contro il consigliere Valle, urlando verso tutti i politici presenti un poco diplomatico «Fate schifo, sono ancora senza stipendio!». L'uomo è stato subito bloccato dagli agenti della polizia municipale e portato fuori, dove è stato raggiunto dal sindaco Enrico De Fusco. Il primo cittadino ha tranquillizzato il lavoratore, assicurando che il bonifico per il pagamento degli stipendi era già stato fatto dall'Amministrazione. Il presidente del Consiglio, Paolo Ruffini, di Forza Italia, è stato eletto alla quarta (e ultima per legge) votazione, con 17 voti. 

Il resto dell'articolo sul giornale di oggi.