Decapitato clan Belforte che voleva infiltrarsi a Roma: due arresti

0
20

È stato decapitato il clan camorristico dei Belforte che puntava ad estendere la sua influenza anche a Roma. All'alba, a Marcianise, nel Casertano, i carabinieri della Noe di Roma del colonnello Ultimo, hanno arrestato infatti Camillo Belforte, 31 anni, e notificato lo stesso provvedimento al padre Domenico, già in carcere. Per i due, vecchi sodali della Nuova camorra organizzata di Cutolo, poi divenuti soci dei Casalesi, con infiltrazioni nel ciclo dei rifiuti e del cemento, anche nella Capitale, l’accusa è di associazione a delinquere stampo mafioso.

L’operazione ha anche condotto anche al sequestro di società edilizie, auto di lusso e conti correnti bancari per un ammontare di circa 80 milioni di euro.