Pista ciclabile, presentato il progetto

0
51

Ottocento firme e tanta buona volontà. È stato presentato al presidente del Municipio XIII, Giacomo Vizzani, il progetto del percorso ciclo-pedonale che collega i quartieri di Stagni, Longarina e Ostia Antica, realizzato dall’associazione “Ostia in Bici”. Un piano ambizioso e nello stesso tempo fattibile, che porterebbe diversi vantaggi nel territorio: oltre a salvaguardare l’ambiente, promuovendo la mobilità alternativa, permetterebbe ai molti cittadini che preferiscono lasciare la macchina a casa di poter sfruttare il collegamento per spostarsi nell’area dell’entroterra con facilità. L’associazione ha già effettuato gli studi di fattibilità del caso e un’analisi dei costi dell’opera. Il percorso inoltre si integrerebbe alla perfezione con l’altro progetto della pista ciclabile, che dovrebbe affiancare via di Castelfusano in seguito ai lavori di riqualificazione dell’arteria: cantieri al momento totalmente bloccati anche se annunciati da diversi anni. «Il progetto, accompagnato dalle 800 firme raccolte a suo sostegno, è stato ben accolto dal presidente, – commenta Alemanno Barsocchi, presidente di Ostia in Bici – che ci ha consigliato, data l’esiguità dei fondi municipali, di portare il piano al Campidoglio in cerca di finanziamenti. Ora ci muoveremo in questo senso, non vogliamo arrenderci perché si tratta di un progetto che rivoluzionerebbe la viabilità dell’area e consentirebbe di godersi e valorizzare le bellezze naturali dell’entroterra».

Il percorso promiscuo, ciclabile e pedonale insieme, partirebbe da via Micali, dall’area della chiesa all’aperto e dal parco del canale secondario, procedendo per via Umberto Zanotti Bianco, per arrivare a quello che si progetta come il primo ponte ciclo-pedonale sul collettore primario di via Antonioli e via Giori: la pista proseguirebbe su un attraversamento rialzato su via Federico Bazzini e su via Salerio, per giungere al secondo ponte pensato dall’associazione da realizzarsi su via Rivautella. La pista si snoderebbere infine su via Pernier, costeggiando poi il Parco della Longarina e arrivando su via di Castelfusano, affiancando il cimitero di via Pianabella. Secondo l’idea di Ostia in Bici poi gli appassionati delle due ruote potrebbero proseguire verso Ostia e la Pineta di Procoio, oppure addentrarsi a Ostia Antica utilizzando il sottopasso ferroviario, che oggi versa in condizioni disastrose ma che potrebbe essere sottoposto ad una giusta riqualificazione. I ponti pedonali potrebbero essere realizzati in legno e i costi sarebbero contenuti. 

 Valeria Costantini