Arrestato l’ex cassiere della banda della Magliana

0
24

Era uno dei boss banda della Magliana, Enrico Nicoletti. Quello addetto a “far girare i soldi”. Adesso ha 84, un passato da costruttore e un ruolo da protagonista, con lo pseudonimo de “Il Secco”, nel “Romanzo criminale” di Giancarlo De Cataldo e nell’omonima serie, ma alle vecchie abitudini sembrerebbe proprio non voler rinunciare. È stato infatti arrestato questa mattina, a Roma, dalla polizia con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di millantato credito, truffa, usura, falso, riciclaggio e ricettazione, nell’ambito dell’operazione “Il gioco è fatto”.

Secondo gli investigatori, Nicoletti, classe 1936, era a capo di un sodalizio criminoso che, attraverso il millantato credito, truffava ignare vittime interessate all'acquisto di beni immobili, oggetto di aste giudiziarie. Proprio a lui erano destinati i proventi dell'attività illecita, poi reinvestiti in attività commerciali e beni immobili. E in manette è finito anche il suo braccio destro, Alessio Monselles, 68 anni, arrestato dagli uomini della Guardia di finanza, che avevano effettuato nei suoi confronti degli accertamenti di natura patrimoniale.

Si è chiuso così, forse definitivamente, il cerchio degli uomini che volevano prendersi Roma. Come secco epitaffio della vicenda, un monito del personaggio del "Freddo": "quanno stai in cima puoi solo scenne”.