Cittadini ancora a secco e furiosi

0
77

Senz’acqua per quattro interi giorni a Nemi e parte di Velletri al confine col paese delle fragole. A Nemi la furia dei cittadini è scesa in piazza, si è fondato un Comitato di circa 20 famiglie e due giorni fa si è tenuta la prima riunione dove si sono gettate le basi per mettere in piedi una class action contro il gestore Acea.

Non si tratta del primo disservizio di stagione: «Ad aprile l’acqua è mancata per quindici giorni – racconta Marco Borzi che risiede a Nemi dagli anni ‘80 –, a maggio per dodici, a giugno per venti e nel mese in corso i giorni di disservizio accumulati sono stati undici. Qui a Nemi si verifica un’anomalia che lascia pensare che si facciano azioni mirate sulle valvole. L’acqua viene a mancare improvvisamente senza che il flusso diminuisca in maniera progressiva, insomma sembra quasi che ci vengano chiusi i rubinetti ogni week end. Il signor Casari, responsabile dei Castelli per Acea, non sa dirci cosa succede perché di fatto non c’è una esatta mappatura delle utenze e delle perdite effettive rispetto ai consumi». Di fatto, il gestore del servizio idrico non riesce ad avvisare gli utenti sugli orari e i giorni di stazionamento dell’autobotte. Solo grazie alla polizia municipale, se si è fortunati, la si può “incontrare” nelle vie del paese, dopo giorni a secco e richieste di rifornimento delle cisterne presso le abitazioni residenziali di parco dei Lecci.

«Una situazione da terzo mondo – dice Ivan, altro residente –, non c’è neppure un monitoraggio delle perdite effettive e dei consumi di noi utenti. Domenica scorsa siamo riusciti ad ottenere un rifornimento soltanto grazie all’intervento dei vigili urbani che hanno inviato un fax di richiesta all’Acea per l’intervento di un’autobotte e hanno anche vigilato affinché il mezzo stesso facesse il giro degli utenti da rifornire». L’Acea ha fatto sapere che sono tre giorni che una squadra è al lavoro per riparare una rottura accidentale di una grande condotta che rifornisce la zona di Nemi. 

Maria Chiara Shanti Rai

È SUCCESSO OGGI...

In 48 ore arrestati 18 pusher: mezzo chilo di droga e un bottino di...

Nelle ultime 48 ore, mirati blitz antidroga dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato all’arresto di 18 pusher scoperti in flagranza mentre spacciavano dosi di stupefacente in molte zone della Capitale. Al setaccio...

Ciampino, un’estate di fuoco: emergenza incendi boschivi

L'estate 2017 è stata finora la più impegnativa​, ​da​ molti anni a questa parte​,​ nella regione Lazio e nella provincia di Roma per quanto riguarda il fenomeno degli incendi boschivi, tanto da far emanare dalla Prefettura...

Ladispoli, divieto di uso dell’acqua potabile in due frazioni

L’amministrazione del sindaco Grando informa i cittadini che è stata emessa ordinanza di divieto di consumo per uso alimentare dell’acqua a Monteroni e Marina di San Nicola. Nella frazione di Monteroni l’analisi chimica ha rilevato...

Canile Villa Andreina incustodito mentre un incendio lambisce le gabbie degli animali

Acilia, domenica ore 13, villa Andreina canile privato convenzionato col Comune di Roma dal mese di giugno 2014, recentemente ha anche ottenuto una proroga. I cani reclusi nella struttura, rigorosamente chiusa al pubblico, sono circa 70 di cui 6 recentemente trasferiti da Muratella oltre...

Lazio-Spal, aggrediti due tifosi ospiti. Un arresto

Dovrà rispondere di rapina aggravata il tifoso biancoceleste che ieri sera, al termine della partita Lazio-Spal, insieme ad altre persone, ha aggredito due tifosi ospiti rei di indossare le sciarpe della Spal. Sono stati gli agenti...