Consegnato cantiere per parcheggio da 180 posti

0
20

Ieri mattina l’assessore alla Mobilità e Trasporti della Provincia di Roma, Amalia Colaceci, ha consegnato il cantiere per la realizzazione di un parcheggio di scambio al confine tra i comuni di Castel Gandolfo e Albano, alla presenza dei sindaci Maurizio Colacchi e Nicola Marini. La struttura, finanziata interamente dalla Provincia con un importo di 1.680.160 euro, è collocata in una posizione strategica sulla via Galleria di Sotto nei pressi del poliambulatorio Saub e prevede la realizzazione di un parcheggio multipiano seminterrato che ospiterà circa 180 posti auto. La durata dei lavori è stimata in circa 300 giorni.

«Con questa opera – ha dichiarato l’assessore Colaceci – diamo una risposta molto importante alle esigenze dei cittadini di quest’area dei Castelli Romani. Il parcheggio, infatti, sarà soprattutto a servizio dei pendolari, che potranno lasciare la loro auto in tranquillità per poi avvalersi del trasporto pubblico, ma anche dei numerosi pazienti che si recano quotidianamente presso le strutture sanitarie». L’apertura del cantiere comporterà anche una modifica della viabilità per i mezzi pubblici e privati. Dal 25 luglio e fino al termine dei lavori si renderà necessaria l’istituzione di un senso unico percorribile da Castel Gandolfo verso Albano Laziale, mentre vi sarà un divieto di accesso per chi da Albano transita verso Castel Gandolfo. Per i mezzi pubblici la Cotral sta predisponendo delle variazioni al percorso che verranno tempestivamente comunicate all’utenza.

«Continuare a realizzare nuovi parcheggi di scambio – ha concluso Colaceci – significa soprattutto favorire l’uso del trasporto pubblico traducendo in fatti concreti la grande attenzione della Giunta Zingaretti per la mobilità sostenibile. Voglio ringraziare i sindaci di Castel Gandolfo ed Albano, nonché la società Cotral, per il lavoro svolto nell’individuare insieme le soluzioni da adottare per la nuova viabilità». «Si tratta di un’opera fondamentale per Albano – ha aggiunto il sindaco Marini – su cui abbiamo trovato la massima disponibilità della Provincia e del Comune di Castel Gandolfo per trovare una soluzione tempestiva che potesse andare incontro alle esigenze dei cittadini.

Il progetto, infatti, da tempo era bloccato e non permetteva la realizzazione del parcheggio in una zona molto frequentata per la presenza della Asl. Con questa nuova opera, daremo una risposta in più al problema dei parcheggi sul nostro territorio, dopo la riapertura di Campo Boario e gli altri progetti su cui stiamo lavorando come la possibilità di abbonamenti per residenti e commercianti».