Allarme baraccopoli. La paura dei residenti

0
41

I residenti del Borghetto dei Pescatori da mesi denunciavano la presenza di enormi baraccopoli a ridosso dello storico quartiere. Casupole fatiscenti, agglomerati dove vivono intere famiglie, le ex rimesse utilizzate decenni prima dai pescatori per custodire le reti. Uno scenario di desolazione e pericolo, proprio in un’area in cui dovrebbe sorgere un asilo e un parco, inseriti nei piani di espansione del borgo. Senzatetto che si riscaldano con bombole a gas e cucinini a due passi dai campetti di calcio dove ogni giorni si allenano decine di bimbi e giovani. Solo lo scorso anno ben due clochard erano deceduti tra le tendopoli costruite nella zona. Giovedì la tragica fine è toccata a una 43enne polacca, uccisa dall’incendio divampato nella sua baracca in via dei Pescatori, insieme al suo cagnolino.

Il marito della donna, al lavoro al momento del rogo, è arrivato al Borghetto quando ormai le fiamme avevano cancellato la sua vita. Inutili purtroppo i seppur rapidi interventi dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri di Ostia che al momento non possono escludere nemmeno l’ipotesi di un suicidio. La disperazione è quotidianità quando si vive ai margini. Le polemiche sui mancati interventi di messa in sicurezza dell’area, dopo le tante denunce e la conta dei morti, sembrano oggi inutili. Come appare evidentemente impossibile nella Capitale d’Italia, riuscire a trovare un equilibrio tra sgomberi forzati e un’accoglienza umana, tra desiderio di sicurezza e necessità di una politica alloggiativa concreta. «Noi viviamo qui da un paio di anni, non diamo fastidio a nessuno. – sussurra quasi Pavel, giovane polacco vicino di “casa” della vittima di giovedì, con gli occhi ancora pieni delle immagini di devastazione e fiamme del giorno prima – Io e la mia compagna facciamo lavoretti saltuari, abbiamo cercato un appartamento a basso prezzo ma per ora non siamo riusciti ad andarcene da questa tendopoli. Prima vivevamo nella pineta, poi la polizia ci ha sgomberati e siamo venuti qui. Certo abbiamo paura a vivere così, ma non abbiamo scelta». 

Valeria Costantini

È SUCCESSO OGGI...

Palpeggiava e molestava le sue allieve: orrore a Roma

Quando sulle lavagne di alcune aule di un istituto scolastico del Prenestino è apparsa la scritta “pedofilo”, associata al cognome di uno dei professori, la Polizia di Stato, nel più assoluto riserbo, era già...

Trascinata dietro ai cassonetti e molestata: orrore in pieno centro

Bloccata per le spalle, trascinata dietro ai cassonetti della spazzatura e toccata nelle parti intime. È questo il racconto che, una ventenne, in stato di shock, ha fatto agli agenti degli equipaggi della Polizia di...

Corcolle, coppia di conviventi sorpresa con droga in casa

I Carabinieri della Compagnia di Subiaco in occasione del ponte del 25 aprile hanno eseguito un controllo straordinario della circolazione stradale nei Comuni dell’alta Valle dell’Aniene. Durante le operazioni i militari della Stazione di Agosta...

Terribile incidente tra 2 moto in centro: traffico in tilt

Terribile incidente poco fa a Roma, in via Appia Pignatelli. A scontrarsi 2 moto. Traffico in tilt e code lungo la strada. Al momento non si conosce la dinamica dello scontro, ma i centauri sarebbero feriti. Sul posto...

Cerveteri, bufera Marini su Zito: “Asfalta la campagna elettorale”

«La presunzione di alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale uscente suona come uno schiaffo ai 40mila cittadini della nostra comunità, trattati come fossero già tutti con il cervello all’ammasso». Il vice sindaco asfalta la campagna elettorale e...