Stalker rifiutato, punta coltello contro ex moglie

0
25

Ha afferrato un coltello da cucina puntandolo alla gola della ex moglie minacciandola di morte qualora non si fosse convinta a tornare con lui. Questo l’epilogo degli atteggiamenti molesti e minacciosi, tipici dello stalking, che da qualche tempo aveva assunto un uomo, romano di 52 anni, dopo che era stato lasciato dalla consorte e arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma.

I due convivevano ancora nonostante la separazione ma lo stalker non si era rassegnato alla fine della storia d’amore, così intorno alle 23 di ieri si è rifatto vivo presso l’abitazione di via Prospero Farinacci. Le grida della donna hanno fatto preoccupare un vicino di casa che ha contattato il «112» facendo accorrere le forze dell’ordine poco dopo. Ora l’uomo si trova nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.