La rinascita della piscina mondiale

0
90

La piscina mondiale rinasce. Dopo i molti solleciti della stampa locale e l’interessamento concreto di alcuni politici, la piscina realizzata ad Anzio in occasione dei mondiali di nuoto del 2009 trova finalmente una via d’uscita allo stato di abbandono in cui era stata relegata. Al terzo bando di gara finalmente la Provincia di Roma è riuscita a trovare una soluzione idonea per la gestione della struttura. L’ultimo bando se lo è aggiudicato l’associazione sportiva di arti da combattimento Eroica fight club di Anzio, che gestirà l’impianto per i prossimi sei anni (con possibilità di rinnovo per i successivi sei).

Una lunga gestazione quella dei bandi provinciali, con il primo che era stato annullato per mancanza di offerte, mentre il secondo venne vinto dalla Polisportiva nuoto di Anzio per poi essere revocato a causa di una palese incompatibilità nel progetto gestionale. L’associazione Eroica fight club, nota per i successi conseguiti dai suoi atleti anche a livello internazionale, si sta già interessando dei lavori di pulizia della vasca e della bonifica dell’area circostante. Da queste colonne era stato già ampiamente denunciato lo stato di degrado della zona, che negli ultimi tempi aveva fatto segnare anche incresciosi episodi di vandalismo.

Per fortuna la vicenda ha avuto un epilogo positivo, con l’associazione sportiva che conta nel giro di poche settimane di aprire l’impianto al pubblico. Evento che non si registra ormai da molti mesi, l’unica eccezione fu rappresentata dal breve periodo in cui la Pallanuoto Anzio usufruì della piscina per alcuni allenamenti. Dopo la felice chiusura della vicenda ora la città anziate si prepara ad avere un impianto di primo ordine, al quale presto si dovrebbe aggiungere anche il nuovo palazzetto dello sport. Anche se non si può ancora fornire con precisione la data di inaugurazione, c’è comunque da rimarcare che i lavori vanno avanti e che la struttura verrà intitolata alla memoria dell’indimenticato Giulio Rinaldi. L’atleta recentemente scomparso che per primo ha portato il nome di Anzio alla ribalta internazionale.

Marcello Bartoli