La giunta appena fatta già perde i pezzi

0
19

E’ successo tutto in un paio d’ore. Mentre il presidente del Municipio V Ivano Caradonna presentava alla stampa la nuova giunta e le rispettive deleghe, l’assessore del Pd Massimiliano Marcucci, rassegnava le proprie dimissioni. E’ la cronaca degli eventi della giornata di ieri, iniziata alle 12 col presidente Caradonna che ha presentato alla stampa la nuova squadra di governo composta dai Pd Acchiardi, assessore alle politiche sociali e Marcucci con delega all’urbanistica, dall’Idv Callea, assessore alla mobilità e dall’Api Caprari, delegato ai lavori pubblici.

Una presentazione accompagnata da un documento politico sottoscritto dai tre partiti che segnava anche la riappacificazione col Pd che, per bocca della vicecapogruppo Scacco, aveva assicurato di «voler rispettare il documento firmato con le altre forze di centrosinistra». Qualche ora dopo invece, il colpo di scena. Nel pomeriggio infatti l’assessore Marcucci, che in sala non si era presentato perché “in vacanza”, annuncia le proprie dimissioni.

«Mi dimetto  – afferma Marcucci – perché, nonostante Caradonna faccia finta di nulla, la maggioranza di centro sinistra eletta nel 2008, non c’è più e da parte sua non c’è la minima intenzione di ripristinarla». Amara la risposta di Caradonna: «Non mi aspettavo questa decisione che di logico ha ben poco. E’ un atto di deresponsabilità, peraltro poco elegante. Vedremo l’evolversi della situazione nelle prossime ore». Un vero fulmine a ciel sereno che, ancora una volta, getta nella crisi politica il Municipio V e rimescola nuovamente le carte mentre ci si avvia verso scenari indecifrabili.  

Vincenzo Nastasi