Controlli Gdf su associazioni sport dilettanti, scoperta evasione per 12mln

0
19

Formalmente si sono serviti della veste di associazione sportiva dilettantistica per avvalersi delle agevolazioni fiscali previste dalla Legge ma realmente hanno svolto normali attività commerciali. I finanzieri, nel corso di un piano di controlli disposto dal Comando Provinciale di Roma, ne hanno individuati in tutta la provincia 24, scoprendo 7 evasori totali, constatando materia imponibile non dichiarata per circa 12 milioni di euro ed Iva evasa per quasi 1 milione e 4 centomila euro, nonché denunciando otto responsabili all’Autorità Giudiziaria per reati fiscali.

Le verifiche delle Fiamme Gialle sono state finalizzate a riscontrare il possesso dei requisiti necessari per usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa di settore. Le associazioni sportive dilettantistiche e le società sportive dilettantistiche, infatti, per i compensi percepiti nell’ambito delle attività istituzionali previste dall’atto costitutivo ovvero dallo statuto, sono esonerate dal pagamento di imposte, mentre, per le eventuali attività commerciali, fruiscono di un regime agevolato, opzionabile, che si basa sull’utilizzo di coefficienti predeterminati per il calcolo delle imposte sui redditi e dell’Iva.

Gli interventi dei militari hanno evidenziato un uso improprio delle agevolazioni previste, attraverso il ricorso alla simulazione di attività proprie delle associazioni e delle società sportive dilettantistiche, finalizzate ad evitare o attenuare l’imposizione diretta e dell’Iva.