Asili: scontro tra De Palo e Catarci

0
25

La protesta contro gli asili pollaio da parte delle educatrici che si sono presentate al lavoro con la fascia nera al braccio non è certo passata inosservata, scatenando polemiche nella giornata di ieri. Una protesta contro la normativa regionale in base alla quale diminuiscono i mq destinati ad ogni bambino nelle scuole dell'infanzia e aumenta il rapporto educatrice-bambino. «Si tratta solo di disinformazione, gli asili comunali non cambieranno il servizio – ha detto ieri l'assessore comunale alla Famiglia Gianluigi De Palo durante la visita all'asilo nido di via Finetti, dove si è svolta la protesta – alle famiglie che vogliono sapere se i nidi che oggi hanno 60 bambini, domani ne ospiteranno 100 e se i propri figli potranno ancora crescere in spazi vitali adeguati. La mia risposta, chiara e forte, è: sì».

Parole cui hanno fatto eco quelle del minisindaco dell'XII Pasquale Calzetta che ha accompagnato l'assessore: «L'esigenza è quella di dare un servizio ottimo a chi già si trova all'interno di un nido, ma anche pensare alle tante famiglie che sono in lista d'attesa.  – ha detto – Negli asili nido di Roma, in cui per l'anno educativo 2011/2012 sono a disposizione 21.466 posti totali, ci sono attualmente 6.775 bambini in lista d'attesa, il 16% in meno rispetto a due mesi fa. Negli ultimi tre anni la percentuale di abbattimento della lista d'attesa nei nidi della Capitale è stata del 20%».

Argomentazioni che non convincono il presidente del Municipio XI Andrea Catarci: «Si dimentica di dire che da tre anni a questa parte i piani investimenti dei municipi sono bloccati e con essi la realizzazione di nuove strutture – attacca il minisindaco – Sul territorio rimane in piedi la sola ristrutturazione dell’Asilo Armonia in zona Roma 70, con i lavori attualmente in fase di progettazione. Se è vero quanto afferma il Presidente Bonelli, circa l’apertura di 4 nuovi nidi in tre anni di Giunta Alemanno nel Municipio IV, gli sforzi per abbattere le liste di attesa, evidentemente, sono concentrati unicamente nei municipi a guida centrodestra escludendo quelli guidati dal centrosinistra». «Catarci è il Presidente di un Municipio che ha meno della metà degli abitanti del Municipio IV che è il più popoloso di Roma – risponde l'assessore agli asili nido del Municipio IV Francesco Filini – dovrebbe sapere che a fronte di un aumento sconsiderato di popolazione deve necessariamente corrispondere un adeguato aumento di servizi».