La riscossa della vendemmia

0
20

La vendemmia della riscossa. Questo l’augurio degli addetti del settore vitivinicolo castellano e del Frascati docg in particolare. «Dopo tanti sacrifici – dice il sindaco di Monte Porzio, Luciano Gori – sarebbe il momento di raccogliere i frutti. I produttori hanno bisogno di segnali importanti che premino la loro attività e, soprattutto, impediscano l’ulteriore estirpazione di altre vigne». Proprio l’abbandono dei terreni è oggi uno dei problemi più sentiti. «Bisogna dire – aggiunge Gori, operatore del settore – che tra distillazione e “vendemmia a verde” (un contributo regionale di duemila euro ad ettaro per far distruggere il raccolto a luglio evitando però l’abbandono dei vigneti, ndr) questo è il momento di ripartire da zero. Il Frascati è ormai un prodotto di nicchia considerata una produzione che ormai non supera i 120mila ettolitri e che è stata ulteriormente limitata e disciplinata dalla docg: questo significa che con la giusta promozione del marchio il settore potrebbe finalmente ripartire».

Tutto ruota attorno al prezzo delle uve: quotazioni basse come quelle della passata stagione, attorno ai 25 euro al quintale, hanno svilito gli impegni dei produttori, tanti dei quali hanno preferito mollare. «Una quotazione decente sarebbe quella di 50 euro al quintale – aggiunge Gori –, ma in momenti come questi credo che comunque i produttori siano pronti ad accettare anche aumenti inferiori. Quella che si prospetta, anche sul piano qualitativo, è un’ottima vendemmia, speriamo che si tratti di una effettiva occasione di rilancio». L’annuncio della nuova etichetta “Roma doc”, però, preoccupa in zona. «Non credo che la creazione di altri marchi sia la soluzione giusta – sottolinea Gori -, il mercato potrebbe non capire». Di fatto una iniziativa orientata essenzialmente a quei produttori che fino ad oggi non hanno certificato le proprie uve, non dovrebbe nuocere al Frascati docg. «La nostra qualità è ottima, bisogna lavorare sull’immagine» chiosa il primo cittadino. 

 Marco Caroni