Parco della Cellulosa abbandonato dal Comune

0
16

Il Parco regionale della Cellulosa abbandonato dal Comune. Questa la situazione dell'area verde del quartiere Casalotti, nel municipio XVIII e polmone verde di tutto il quadrante nord ovest di Roma dopo che il Campidoglio ne aveva deciso l'acquisizione nel 2007. La gestione e la manutenzione del parco, infatti, sarebbe dovuta passare alla società Ligestra Due, nominata dal ministero del Tesoro, dopo la dismissione dell'Ente Cellulosa. Inoltre erano stati stanziati dal Comune 2 milioni 500 mila euro e dalla Regione Lazio 400 mila euro. A distanza di 4 anni, però, l'Amministrazione comunale ha ridotto i fondi di 1 milione e la Regione, essendo scaduti i termini di impiego, ha "ripreso" i soldi che aveva destinato al parco della Cellulosa. Il risultato è che «quei 12 ettari attendono ancora di essere acquisiti a patrimonio comunale e i fondi rimasti a disposizione ora non sono più sufficienti», ha tuonato il consigliere comunale Pd Antonio Stampete, che ha deciso di andare a fondo.

Al momento l'area verde è gestita in comodato d'uso da un'associazione cittadina "Comitato della Cellulosa" che si occupa di tenere pulito il parco, ma la delega scadrà prossimamente. Di fronte all'eventualità di accettare un terzo rinnovo di gestione da parte del comitato, la Regione Lazio ha richiesto che il documento sia vincolato da una firma dell'assessore capitolino all'ambiente Marco Visconti che assicuri l'acquisizione imminente del parco da parte del Comune. L'assessore però ha mancato l'appuntamento ufficiale, giovedì scorso e la questione è rimasta senza esito. Per sollecitare una risoluzione, dunque, Stampete ha deciso di presentare una proposta di delibera «già per la prossima settimana –  ha dichiarato il consigliere – perché il Comune deve prendersi la responsabilità di rendere finalmente fruibile ai cittadini l'area verde» con panchine, una zona per pic nic, percorsi per passeggiate e un impianto di illuminazione. 

Elena Amadori