No a Malagrotta bis a Testa di Cane

0
71

Testa di Cane non deve diventare una Malagrotta bis. Per questo ieri mattina una ventina di attivisti del collettivo Roma Futura, di Sinistra ecologia e libertà e i cittadini di Massimina si sono ritrovati ai confini del bosco e del terreno incriminato e hanno esposto uno striscione eloquente: «No alla nuova discarica». L’area, da mesi interessata da scavi e da un via vai di mezzi pesanti, è di proprietà dell’imprenditore Manlio Cerroni, lo stesso di Malagrotta. Tanto basta per mettere in allarme gli abitanti della zona, nonostante le rassicurazioni arrivate dal Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini: «Per Testa di Cane non c'è mai stato un progetto, né mai ci sarà».

Ipotesi sulla sorte dell’area però se ne fanno da mesi, la più accreditata è quella di un nuovo impianto per lo smaltimento dei rifiuti. «Le ruspe continuano a scavare – ha dichiarato il consigliere provinciale di Sel Gianluca Peciola –. Questa area del Municipio XVI è compromessa dal punto di vista ambientale per la presenza di un grave inquinamento delle falde acquifere, confermato dai dati dell'Arpa». Anche Legambiente Lazio si era espressa in contro l’ipotesi di una nuova discarica. Il consigliere municipale di Sel Massimiliano Ortu e la portavoce di Roma Futura, Sara Graziani hanno lanciato un appello alle istituzioni: «Chiediamo a Regione e Comune di far sapere che cosa si sta facendo a Testa di Cane». Maurizio Melandri, del comitato cittadino Malagrotta, ha sottolineato: «Visto che ad oggi non si sa ancora quale sarà la sua destinazione, chiediamo a tutte le istituzioni come intendano tutelare i cittadini di Massimina. Abbiamo chiesto un incontro al Prefetto e manifesteremo il 28 settembre davanti alla Regione».

Intanto l'associazione Codici, informa che, dopo la denuncia dei familiari di quattro cittadini morti per cancro, nel giro di pochi mesi dalla diagnosi, la Procura di Roma ha aperto un'inchiesta per stabilire se i decessi siano stati provocati dalle esalazioni del gassificatore di Malagrotta. Tre delle vittime abitavano infatti nella zona, una aveva lavorato presso il gassificatore. Alla Procura sono  arrivati altri decine di esposti di cittadini che denunciano di essersi ammalati di cancro a causa delle esalazioni dell'impianto di smaltimento». 

 Flavia Bagni

È SUCCESSO OGGI...

videocamera furti borse cellulari alberghi roma

Il trucco per rubare borse e cellulari: videocamera svela come agivano

Operava negli alberghi del centro di Roma. Erano una vera e propria gang latino americana. Rubavano borse e oggetti di valore agli ospiti degli alberghi. E il modus operandi era sempre lo stesso. La...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Movida tossica a Roma: blitz dei carabinieri

Sedici spacciatori arrestati e centinaia di dosi di droga sequestrate. Hashish, marijauana, cocaina, ketamina e MDMA, tra le altre. È il bilancio dell’intensa attività antidroga eseguita dai carabinieri del comando Provinciale di Roma. L'ennesima...
La corsa all'interno della gara nazionale ciclistica "La garibaldina" Roberto Pierimarchi

Vigili del fuoco in bici in memoria di Roberto Pierimarchi

Un memorial, il primo, in ricordo di Roberto Pierimarchi. Uno di quegli eroi silenziosi che, senza tanti clamori, mettono quotidianamente a repentaglio la propria vita per proteggere quella altrui. Roberto, capo squadra del distaccamento...

Ss Lazio, sestina che profuma di Europa – LE PAGELLE

Vittoria in goleada per la Lazio di Simone Inzaghi che stende per 6-2 il Palermo e riconquista il quarto posto in classifica, momentaneamente occupato dall'Atalanta dopo il successo di ieri. Una vittoria mai in discussione...
roma san giovanni farmacia rapina tatuaggio

Rapina farmacia a San Giovanni: tradito da un tatuaggio

I carabinieri della stazione Roma San Giovanni hanno arrestato un romano cinquantenne ritenuto responsabile di aver commesso, lo scorso 8 marzo, una rapina a mano armata in una farmacia di via Corfinio, nel quartiere...