160mila euro di bollette non pagate: Lodi accusa la precedente giunta

0
21

160mila euro di debiti e tutti riferiti a bollette non pagate. Il caso, assai curioso, riguarda il Comune di Mentana dove l'attuale Amministrazione guidata dal sindaco Altiero Lodi ha scoperto passività riferite alle utenze dell’illuminazione pubblica, dell'energia elettrica e del gas degli edifici comunali, compresi quelli scolastici. Nel corso del 2010 sono state evase utenze per oltre 160mila euro. Per questo la Giunta Lodi, a pochi mesi dal suo insediamento, è stata costretta a utilizzare parte del disavanzo amministrativo di 806mila euro per coprire i debiti fuori bilancio. Dopo aver verificato che nonostante i continui solleciti inoltrati al Comune di Mentana da parte delle aziende erogatrici dei servizi, gli amministratori non avevano regolarizzato i pagamenti ed evitare il distacco delle utenze, con delibera n. 74 del 5 settembre 2011, ha destinato gli oltre 160mila euro necessari al pagamento delle vecchie fatture.

«E' l’ennesima brutta sorpresa che ci hanno fatto i vecchi amministratori – spiega il sindaco di Mentana, Altiero Lodi – non solo siamo rimasti in dissesto finanziario a causa della loro incapacità di gestire il Comune, ma abbiamo addirittura rischiato che la città restasse al buio e senza riscaldamento negli edifici pubblici e nelle scuole per colpa della loro superficialità. Un comportamento davvero da incoscienti – continua Lodi – perché un bravo amministratore deve sempre pensare al bene dei propri cittadini e utilizzare i fondi a disposizione prima di tutto per garantire i servizi più elementari e la sicurezza invece che per spese discutibili e spesso inutili».