Con violenza costrinse dipendente a dimissioni: arrestata

0
22

Era stata denunciata perché avrebbe usato violenza e minacce per costringere la dipendente a sottoscrivere le dimissioni dal lavoro, provocandole diverse ferite al costato: un vero e proprio «atto punitivo» durato circa 45 minuti. Si tratta di Vera Emilio, 38 anni, titolale di un negozio di una nota catena di abbigliamento intimo, arrestata questa mattina dai carabinieri della stazione Roma Nuovo Salario per estorsione e lesioni ed ora agli arresti domiciliari.

I fatti risalgono ad aprile quando Sara, commessa di 27 anni, le aveva chiesto il pagamento degli straordinari maturati da cui era scaturita una furibonda lite e si era sentita rispondere dalla titolare «Non ho compassione nemmeno per i cani, io mi inchino solo davanti al Duce».

Medicata al Pronto soccorso alla giovane furono riscontrare ferite guaribili in cinque giorni. La vicenda scatenò la reazione delle altre dipendenti del negozio che organizzarono alcuni sit-in di protesta all'interno del centro commerciale nella zona nord di Roma, «Porta di Roma».