Anzio, domenica evacuata zona per disinnesco ordigni bellici

0
28

Comporteranno l’evacuazione della popolazione civile e la chiusura di tutte le attività commerciali le operazioni di “despolettamento” indispensabili per disinnescare alcuni ordigni bellici risalenti al secondo conflitto mondiale, ritrovate in località Padiglione nel comune di Anzio.

Le operazioni si svolgeranno secondo il seguente programma: alle 7,30 inizio delle operazioni di evacuazione della popolazione civile e chiusura di tutte le attività commerciali e artigianali nel raggio di 500 mt. dal luogo di despolettamento, previa segnalazione con sirena dell’Autorità militare; un'ora dopo insediamento del Centro Operativo Misto (C.O.M); alle 9 termine delle operazioni di sgombero della popolazione; interruzione dell’alimentazione nell’area evacuata delle utenze domestiche di carburante e combustibile; chiusura al traffico dei tratti di strada nell’area interessata; alle 9,30 inizio del divieto di sorvolo nell’area interessata; trasporto dei cittadini che ne facciano richiesta all’area di attesa allestita nel piazzale della Stazione di Lavinio nel comune di Anzio; alle 10 inizio delle operazioni di despolettamento e distruzione degli ordigni; alle 15 termine, presumibile, delle operazioni di despolettamento e distruzione degli ordigni. A seguire possibilità di rientro nelle abitazioni; riapertura del traffico stradale nell’area evacuata; riattivazione delle utenze domestiche di carburante e combustibile; termine del divieto di sorvolo nella zona interessata; riapertura della centrale elettrica all’interno dello stabilimento Palmolive. 

Tutta l’area sarà presidiata dalle forze di polizia e sarà possibile accedervi solo su autorizzazione del COM – Centro Operativo Misto, che coordina le operazioni dal plesso scolastico Virgilio, sito in via Goldoni, 13.