Estorce denaro ad ex datore lavoro: 40enne in manette

0
36

Era un ex dipendente romano di 40 anni, l’uomo arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola con l’accusa di estorsione all’ex datore di lavoro a cui era già riuscito ad estorcere oltre 20.000 euro.

I protagonisti della vicenda vennero alle mani a seguito di una discussione sorta per problemi di natura economica. All’epoca dei fatti, così come ricostruito dai Carabinieri in base ai racconti delle parti in causa, il datore di lavoro, al culmine della lite, dopo aver ricevuto un ceffone dal dipendente, lo spintonò, facendogli perdere l’equilibro e battere la testa al suolo. L’uomo riportò una ferita suturata con qualche punto. Fu proprio questa la molla che spinse il 40enne a iniziare a chiedere all’ex principale, sempre più insistentemente e con minacce più o meno velate, somme di denaro quale risarcimento del danno e per evitare la denuncia per lesioni.

L’ingordigia ha fatto il resto: l’aguzzino non si è accontentato di quanto ricevuto ed ha continuato a chiedere sempre più consistenti somme di denaro, arrivando anche a chiamare a casa della vittima minacciando i familiari. Il 55enne, esausto, ha chiesto aiuto ai Carabinieri che si sono presentati ad un finto appuntamento per la consegna del denaro ed hanno arrestato l’estorsore.