Marino, mons. Semeraro benedice la chiesa interna al cimitero

0
39

Nella solennità del giorno dedicato alla Commemorazione dei Defunti in suffragio, Monsignor Semeraro, Vescovo della Diocesi di Albano, ha benedetto ieri la chiesa neoclassica interna al cimitero monumentale di Marino che, inaugurata nel 1870 con il primo perimetro del cimitero dal Cardinale Vescovo della Diocesi suburbicaria di Albano Camillo Di Pietro, dopo i tanti anni in cui è stata chiusa, è stata resa di nuovo disponibile al culto in virtù di un lungo intervento di restauro. Già oggetto di lavori di recupero nel 1954 dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale, la cappella, al cui interno è presente un monumento marmoreo raffigurante la Pietà, è dedicata a Papa Pio IX nel venticinquesimo anno di pontificato. Dal 2012 ospiterà di nuovo l’Ottavario dei Defunti.

La cerimonia, alla quale ha preso parte il sindaco Adriano Palozzi con molti dei componenti la Giunta e il Consiglio Comunale, partiti in corteo da piazza San Barnaba insieme ai tantissimi cittadini intervenuti alla cerimonia, ha visto presenti i sacerdoti a guida delle parrocchie di Marino.

«Vogliamo benedire la cappella di questo cimitero, il giardino della chiesa, luogo dove riposeranno i nostri corpi mortali finché spunti il giorno glorioso del Signore. – ha detto Mons. Semeraro nel suo discorso – In un gesto di speranza cristiana per questo luogo sacro, dove contempliamo Gesù risorto con la Vergine Maria assunta in corpo e anima».

«Con la riapertura della cappella interna al Cimitero monumentale della nostra Città – ha detto il sindaco Palozzi – la nostra comunità, in un momento delicato come quello del confronto con la fragilità umana e i sentimenti più profondi dell’uomo, si arricchisce di un bene prezioso, reso ancor più importante per il ruolo che riveste. Un evento atteso da tempo dai marinesi che, da oggi, torneranno ad usufruire di un luogo di culto dove, nel silenzio e nella preghiera, possono respirare il profumo dell’umanità, del ricordo e della storia».