Castel Fusano: una discarica in mezzo alla pineta

0
20

Una discarica nel bel mezzo della pineta di Castelfusano. Calcinacci, sacchi blu e persino un vecchio wc. È questo lo scenario, non nuovo purtroppo, che podisti e ciclisti possono ammirare su via della Villa di Plinio, la splendida strada che dal Canale dei Pescatori, inoltrandosi nella riserva naturale del litorale romano, arriva fino alla Cristoforo Colombo. Un'arteria percorsa ogni giorno, oltre che dagli automobilisti, anche dalle migliaia di sportivi del Municipio XIII. È solo l'ennesimo sfregio per la pineta di Ostia. Questa volta, gli incivili di turno, hanno pensato bene di abbandonare i detriti, evidenti resti di cantieri edili, proprio a due passi dalla carreggiata: non si sono presi nemmeno il disturbo di inoltrarsi tra la vegetazione.

Il cumulo di immondizia è quindi ben visibile dalla corsia in direzione di Ostia. Nessuno però, fino ad ora, ha creduto necessario segnalarla o porla sotto sequestro. Discariche ben più grandi, quanto a dimensioni, sono state segnalate in più occasioni nel corso degli anni all'interno della pineta di Castelfusano: rifiuti di ogni tipologia sono comparsi su viale Mediterraneo, via del Lido di Castelporziano o via del Circuito. «Ogni volta denunciamo la presenza dell'immondizia che deturpa questa area verde, ma nessuno interviene se non dopo settimane», raccontano alcuni podisti di corsa sulla strada. Le discariche inoltre, vengono spesso transennate dalle forze dell'ordine, per poi rimanere al loro posto a marcire.  

Valeria Costantini