Acea, lavori su acquedotto Simbrivio. Domenica sospensione acqua ai Castelli

0
20

Acea, in accordo con le Autorità e le Istituzioni Territoriali e con il coordinamento della Prefettura di Roma, ha reso noto che sarà necessaria “la sospensione del flusso idrico dell’acquedotto del Simbrivio dalle ore 00.30 alle 24 di domenica 13 novembre 2011 per consentire la realizzazione di opere di messa in sicurezza e migliorare il servizio idrico".

"A tal fine – si legge nella nota – si avrà mancanza d’acqua alle utenze alimentate dall’Acquedotto del Simbrivio e ripercussioni sulla fornitura idrica potrebbero verificarsi anche nella giornata di lunedì 14 novembre 2011, proprio per consentire il ripristino delle normali condizioni di esercizio delle reti comunali alimentate dall’acquedotto. I Comuni interessati dalla mancanza di alimentazione idrica dall’Acquedotto del Simbrivio saranno: Affile, Albano Laziale, Ariccia, Artena, Bellegra, Carpineto Romano, Casape, Castel Madama, Castel Gandolfo, Castel San Pietro Romano, Cave, Ciciliano, Gallicano nel Lazio, Gavignano, Genazzano, Genzano, Gorga, Grottaferrata, Lanuvio, Lariano, Marino, Montelanico, Palestrina, Pisoniano, Poli, Rocca di Cave, Rocca Priora, Rocca S. Stefano, San Gregorio da Sassola, Sambuci, San Vito Romano, Segni e Velletri. Nel Comune di Nemi non si verificherà mancanza d’acqua.

Saranno interessate dalla sospensione idrica dell’acquedotto del Simbrivio le seguenti utenze comunali le cui reti non sono gestite da Acea ATO2 SpA: Anagni (zona Villa Magna), Canterano, Capranica Prenestina, Cerreto Laziale, Cori, Gerano, Labico, Olevano Romano, Rocca Canterano, Rocca di Papa, Rocca Massima, Sgurgola e Valmontone. L’entità del fuori servizio che si verificherà nei Comuni gestiti dalla società Acea ATO2 SpA è disponibile sui siti internet www.aceaspa.it, www.aceaato2.it, www.prefettura.it/Roma, www.provincia.roma.it, www.ato2roma.it e divulgato tramite affissione manifesti nei singoli Comuni interessati dal fuori servizio. Acea, scusandosi per il disagio arrecato, invita gli utenti interessati a provvedere alle opportune scorte con ampio anticipo e raccomanda di mantenere chiusi i rubinetti durante il periodo della sospensione per evitare inconvenienti alla ripresa della normale erogazione dell'acqua". La Società ricorda che per ogni ulteriore informazione può essere contattato il numero verde 800-130-335.