Immondizia e vetri rotti vicino all’acquedotto alessandrino

0
23

Il mantenimento del decoro urbano rappresenta ancora una questione irrisolta e molto sentita dai residenti di via degli Olmi. L’area adiacente all’acquedotto alessandrino è immersa nell’immondizia e vetri. E con le numerose piogge degli ultimi giorni  sono comparse nuove buche nel manto stradale della zona. «Vengono una volta l’anno a pulire la zona – spiega un abitante della zona- e solo se sollecitati dalle ire degli abitanti. Non abbiamo bisogno di una semplice pulizia occasionale. E’ necessaria una vera riqualificazione della di tutta l’area».

La situazione è aggravata dal fenomeno della prostituzione. «L’area è diventata sede di lavoro di numerosi trans – aggiunge un altro residente- e l’immondizia che si trova al mattino è davvero allucinante. E ora iniziano alle nove il loro turno».  Il problema  esiste da anni e non è stato ancora risolto. «Porto il mio cane a passeggio – continua il residente – e devo stare attenta perché a terra c’è davvero di tutto. Non sappiamo davvero cosa dobbiamo fare per fare in modo le cose cambino». La pulizia dell’area è infatti quasi inesistente. «C’è una strada morta che costeggia l’acquedotto – conclude un ragazzo della zona- e sono frequenti siringe a terra e ultimamente il puzzo è ancora più forte, accentuato dalle piogge degli ultimi giorni».

Agostina Delli Compagni