Nuovi reperti a Colle Passero

0
22

I sondaggi per la realizzazione dell’Archeopark in località Colle Passero a Castel Madama  hanno riportato alla luce resti archeologici di età Romana.  I rilevamenti sono partiti lo scorso 21 settembre nel territorio dell’Università Agraria da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio.  Durante gli scavi disposti sono venuti alla luce una strada con ponte sul fosso e un insediamento abitativo-produttivo probabilmente di età romana riutilizzato, si ipotizza, nel Medioevo per la chiesa di S. Cecilia.  Nel corso del sondaggio ricognitivo è stato chiarito da parte della Soprintendenza che le indagini sono finalizzate ad accertare l’estensione e la consistenza dell’area archeologica, già nota negli studi sulla zona, che viene a trovarsi esattamente nel mezzo del futuro Parco archeologico-didattico.  

«I ritrovamenti archeologici, però, non pregiudicheranno la realizzazione del Parco – come si legge in una nota concertata tra Archeopark e Soprintendenza Archeologica – ma sicuramente comporteranno delle modifiche all’attuale progetto».  Gli archeologi della Soprintendenza hanno espresso apprezzamento per la qualità della iniziativa ed hanno ipotizzato che il Parco potrebbe essere collegato alle aree archeologiche e ai musei della Valle dell’Aniene, su cui la Soprintendenza è da anni impegnata.  Il Parco stesso, infatti, ove stanno venendo alla luce i resti archeologici di età romana, potrebbe diventare uno dei principali punti di interesse del territorio. 

Adriana Aniballi