Riano e Corcolle presentano le obiezioni alle discariche

0
18

«Non idonea». Così il consigliere regionale Pd Carlo Lucherini definisce la possibile discarica di Quadro Alto all’indomani dell’audizione tenutasi in commissione Ambiente alla Pisana. «Le distanze  dalle abitazioni  non rispettano quelle del decreto legislativo 36 del 2003, c'è la presenza di falde idriche al livello del piano di campagna e di corsi d'acqua che portano direttamente al Tevere. Inoltre le difficoltà nell'attuare quanto previsto dal commissario stanno anche nel fatto che non esistono impianti di trattamento ed è impensabile che questi vengano realizzati in un mese e mezzo – il commento di Lucherini -. Agitare lo spettro di Napoli addossando le colpe ai cittadini che giustamente cercano di far valere le loro ragioni non è corretto. Se si dovesse arrivare ad un'emergenza come quella della Campania le responsabilità sarebbero da ricercare altrove».

Il WWF rappresentato dall’avvocato Ranieri, il comitato volontario Stazzo Quadro e Codette, l’associazione “Coordinamento Riano No Discarica” e l’associazione “Ambiente è Vita” hanno aggiunto osservazioni a quelle finora raccolte nelle passate audizioni che saranno valutate prossimamente. Commissione Ambiente che dopo essersi riunita per il sito di Riano lo ha fatto anche in relazione alla discarica di Corcolle – San Vittorino. Un’area che vede la presenza a pochi chilometri del patrimonio Unesco di Villa Adriana e che ha visto ancora una volta la netta presa di posizione contraria del sindaco di Tivoli Sandro Gallotti: «Per difendere Villa Adriana dai rifiuti chiedo il rispetto della Convenzione sul Patrimonio dell'Umanità. Individuare un’area così vicina al sito archeologico è un percorso che questa Amministrazione non può assolutamente condividere. Pensare di associare i rifiuti ad una ricchezza storico-archeologica che tutto il mondo ammira è un azzardo che non può essere preso in considerazione».

Difesa di Villa Adriana espressa anche dal vicepresidente del Consiglio provinciale Sabatino Leonetti: «Nei giorni scorsi il Consiglio Provinciale di Roma ha approvato ad unanimità la mia Mozione con la quale si impegna il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, ad intervenire presso il Mibac ed il Ministero del Turismo per il completo recupero, la messa in sicurezza, la riqualificazione ed il rilancio turistico dell’importantissimo sito archeologico di Villa Adriana». Al termine della seduta il presidente della commissione Ambiente, Roberto Carlino, ha invitato il prefetto commissario a partecipare ai prossimi incontri. Intanto continuano anche le mobilitazioni del Coordinamento Rifiuti Zero Lazio che sabato prossimo si radunerà in piazza Bocca della Verità a Roma per proseguire la propria battaglia e ‘No’ a discariche ed inceneritori.

mc