Albalonga, “luce” sulle assunzioni

0
38

Ad Albano molto si è detto sul bilancio della società partecipata Albalonga: da una parte l’Amministrazione Marini, che rimprovera la vecchia giunta Mattei del dissesto finanziario della spa, dall’altra il Pdl cittadino, che accusa l’attuale maggioranza di aver assunto decine e decine di persone nell’azienda. Una bagarre che non sta a Cinque Giorni giudicare. A noi, però, il compito di far parlare i numeri, quelli sì chiari e inappellabili, di cui il nostro giornale è venuto in possesso. Innanzitutto tenete a mente queste date: Mattei è stato sindaco dal 2000 al 2010, anno in cui Marini gli è subentrato grazie alla vittoria elettorale del 29 marzo. Parliamo ora della società partecipata.

Albalonga nasce come ente pubblico strumentale del Comune di Albano con atto notarile del 23 luglio 2002 con l’intento di gestire i più svariati servizi: parcheggi, farmacie comunali, gestione del teatro, servizi scolastici, socio-assistenziali, pulizia e mensa scolastica (oggi non più inserita nei servizi erogati dalla società). Attualmente le casse della municipalizzata sono in stato comatoso con un debito consolidato di circa 5 milioni di euro: per salvarla il Consiglio comunale di Albano ne ha approvato recentemente la liquidazione controllata. Ciò che balza più agli occhi è il numero del personale di Albalonga: in base ai documenti in possesso, 205 erano le assunzioni alla sua nascita, di cui 30 cessate nel tempo. Oggi la società ha 175 dipendenti in servizio, 58 a tempo determinato e 117 indeterminato; tra questi ultimi, 78 hanno una forma contrattuale riconosciuta dalla legge 247/2007, che disciplina le norme in materia di lavoro a tempo determinato. E il principio generale di questa disposizione prevede che la successione di contratti a termine in mansioni “equivalenti” non possa protrarsi oltre il limite dei 36 mesi di rapporto di lavoro. Inoltre la data di assunzione non è quella dell’ultimo contratto indeterminato, ma del primo contratto determinato. Pertanto dei suddetti 78 dipendenti “indeterminati” di Albalonga, solo 6 hanno una data di assunzione successiva al 29 marzo 2010 (Marini sindaco), mentre i rimanenti 72 hanno data di inizio collaborazione antecedente a quel 29 marzo: quando Mattei era ancora primo cittadino.
 
Marco Montini