Terrazze del Presidente cantiere dissequestrato

0
22

Dissequestrato il cantiere, si riparte dall’ufficio vendite. Così, i 1367 appartamenti delle Terrazze del Presidente su via di Acilia verranno finiti. Il cantiere dovrebbe partire a gennaio mentre già operativo è l’ufficio vendite. Le costruzioni, sei dei dodici lotti previsti per un totale di 360 mila metri cubi di cemento, finite sotto sequestro a dicembre del 2008 con l’ipotesi di reato di abuso edilizio verranno perciò terminate. Un sospiro di sollievo per i residenti. Ma soprattutto per tutti coloro che avevano firmato il compromesso per l’acquisto di un immobile che hanno poi visto finire sotto sequestro: «Finalmente non vivremo più con questi fantasmi», dice un residente che preferisce non rilasciare il nome perché: «sappiamo che hanno tolto i sigilli e che tutti gli appartamenti verranno finiti ma vogliamo che la vicenda si concluda definitivamente. Questi ultimi tre anni sono stati un incubo per noi e ora aspettiamo che tutto venga sistemato come previsto dai nostri contratti di vendita».

Dopo il sequestro finirono nel mirino delle indagini anche notai e dirigenti comunali. Intanto però, se per il cantiere bisognerà attendere ancora, la società incaricata della vendita degli appartamenti è già all’opera: «Un sequestro preventivo», si legge nella lettera inviata ai futuri condomini «del tutto illegittimo» e poi: «L’insediamento realizzato è frutto di una convenzione con il comune di Roma che ha destinato l’area interessata a città consolidata perfettamente compatibile con quanto realizzato dalla società. Per tanto la preghiamo di voler contattare il più presto possibile il nostro ufficio vendite onde stabilire nel rispetto delle condizioni contrattuali, dei nuovi accordi per la vendita del bene promesso».   

 Francesca Rosati